BT debutta anche in Spagna come Mvno


BT.jpgDopo l’Italia, anche in Spagna BT entra nel mercato della telefonia mobile come operatore virtuale e lo fa oggi, commercializzando la sua nuova offerta dedicata alle imprese. L’operatore britannico punta ad ottenere 60.000 linee mobili in un anno attraverso una vasta gamma di servizi convergenti offerti ai propri clienti.

L’offerta è studiata su “misura per ogni cliente”: per chi vuole forfaif di minuti inclusi, per chi chiama nel fine settimana, per chi fa molte chiamate internazionali e così via.. cercando dunque di venire incontro alle esigenze più disparate del cliente. I terminali proposti nell’offerta mobile, comprendono marchi come Nokia, Samsung, HTC e Huawei. Tutti questi terminali consentono accesso sia alla normale rete GSM/3G che in modalità Wi-Fi, per poter offrire così da aprile 2008 il servizio BT Fusion (già disponibile nel Regno Unito) e che permette di utilizzare appunto, sia la tecnologia wireless che quella GSM in base a dove si trovi il cellulare. L’obiettivo di raggiungere 60.000 linee in un anno è giudicato ambizioso dai vertici BT Spagna, ma non impossibile e, si prevedono nuove entrate da questo servizio, tra il 5 e il 10% del fatturato della società.