UNO Mobile: intervista esclusiva a Stefano Boldorini – Direttore Commerciale di CIM


boldorini.JPGContinua la nostra serie di interviste dedicate ai protagonisti del mondo della telefonia mobile virtuale italiana. In esclusiva per il nostro portale questa settimana abbiamo intervistato il Direttore Commerciale di CIM – Carrefour Italia Mobile – Stefano Boldorini.

Redazione:. Buongiorno Direttore, è di pochi giorni fa l’incontro con l’AGCOM sui risultati operativi dei primi tre Mvno che hanno debuttato in Italia, tra cui – appunto – Voi con UNOMobile: ritiene siano dati realmente positivi quelli delle attivazioni avute in poco meno di un anno?

Stefano Boldorini: Considerato tutto, ossia lo scenario del mercato, la concorrenza di operatori con molta storia e molte risorse, la novità totale per il mercato italiano (che è tradizionalmente innovativo e recettivo nel settore della telefonia, ma nel quale è presente una penetrazione di sim prepagate/abitanti attorno al 150%), noi diciamo di si. In effetti, i dati che sono stati pubblicati (circa 100 mila clienti in 6 mesi, a fine 2007), rimangono un risultato di tutto rispetto. Ma più che le attivazioni, il dato che conforta è il livello di uso delle sim, e il relativo ARPU. Quest’ultimo è in linea con le nostre aspettative e con il nostro mercato di riferimento. Non dimentichiamo infatti che acquisire clienti non basta; il nostro servizio è la comunicazione, materializzato in ricariche. Acquisire clienti senza che questi usino il servizio, non è utile a nessuno. Altri dati confortanti del nostro lancio sono indubbiamente rappresentati dal favore con cui siamo stati accolti dai media, l’ottimo rapporto con il nostro partner e azionista Carrefour, il feedback generalmente positivo dei nostri clienti.

Redazione: Parlando di Authority.. il mercato dei Mvno in Italia non è ancora regolamentato, mentre lo è in molti Stati Europei e non solo. Pensa ci sarà un qualche intervento dell’AGCOM in tal senso e soprattutto a breve? Attualmente gli accordi stipulati con i vari operatori di rete sono tutti su base puramente commerciale, con pochissimi margini di guadagno.. con le attuali condizioni non temete il rischio di dover abbandonare – Voi come molti altri Mvno che ci sono o che nasceranno a breve – entro pochi anni l’attività nella telefonia mobile?

Stefano Boldorini: Non sono sicuro che mercati regolamentati siano più efficienti di altri mercati. Certo, rafforzare ulteriormente l’aspetto concorrenziale del settore farebbe bene a tutti gli MVNO presenti e futuri, e non solo a quelli. Infatti, anche gli MNO traggono un grosso vantaggio dall’esistenza di MVNO partner/clienti di successo: trattenendo un congruo margine all’ingrosso, gli MNO si liberano di costi di marketing per raggiungere clienti sempre più marginali dal punto di vista del valore, che in un mercato saturo sono molto elevati. Se i margini all’ingrosso degli MNO sono molto alti – e la situazione presente sembra rientrare in questo ambito – lo scenario si sbilancia a favore di questi ultimi e il rischio è quello di precludere la sopravvivenza o l’efficacia commerciale degli MVNO. Non so, quindi, se regolamentare il mercato, oppure costruire meccanismi intermedi quali aste tra operatori in cui vengono quotati “lotti” di minuti, sms, mms, etc. possa essere la soluzione. Certo, un MVNO è un distributore più o meno a valore aggiunto di traffico, e perciò il margine rimane cruciale …

Redazione: Ora passiamo a domande che vi riguardano più da vicino. Quali sono gli obiettivi di UNOMobile per quest’anno in termini di nuove attivazioni?

Stefano Boldorini: Il nostro target è rappresentato principalmente dai clienti del Gruppo Carrefour. Per policy del Gruppo Carrefour non diamo dati di questo tipo; tuttavia, il nostro obiettivo dipende dal livello di integrazione con il retail ma ci aspettiamo di confermare i risultati del 2007 e di incrementare l’uso e la fidelizzazione.

Redazione: Come è strutturato il vostro Mvno a livello di gestione Amministrativa del Cliente e della Customer Service. Sono gestiti direttamente dal vostro Gruppo o tramite società esterne?

Stefano Boldorini: Contrariamente ad altre realtà, UNOMobile è una società distinta, un operatore vero e proprio che ha come azionisti sia il Gruppo Carrefour che Effortel. Effortel fornisce oltre al know-how di telefonia, i sistemi tecnologici tipici di un cosiddetto MVNE, ossia “Mobile Virtual Netwok Enabler”. Quindi UNOMobile gestisce in proprio le tariffe, le offerte, le promozioni, il billing etc. La parte strategica di telefonia è concepita all’interno di UNOMobile, con il supporto decisivo degli azionisti. Per gestire attività più operative, abbiamo il supporto dei nostri azionisti oppure ci avvaliamo di partner esterni ma non possiamo scendere in ulteriore dettagli.

Redazione: Facciamo una previsione per il futuro. Immaginiamo la meno rosea delle situazioni: tutto rimane così ancora per molti anni, le istituzioni – Authority compresa – decidono di non regolamentare il mercato dei Mvno Italiani. In un contesto del genere, ad alto rischio di insuccesso per molti operatori virtuali, voi come agireste? Anche in perdita continuereste a offrire i servizi di telefonia considerandoli un valore aggiunto per i vostri clienti in attesa che qualcosa cambi.. o rinuncereste a questo – ancora poco redditivo – business?

Stefano Boldorini: Difficile fare una previsione al momento … Chiaro che noi, per scelta, nasciamo come operatore distinto, con un proprio P&L che deve avere un proprio equlibrio, almeno nel medio periodo. Non siamo una business unit di loyalty. Noi cerchiamo di costruire un equilbrio commerciale e finanziario stabile già da ora. Se lo scenario dovesse essere diverso, o richiedere una rimodulazione, rifaremo i nostri conti.

Redazione: Prima di salutarla e ringraziarla per la sua disponibilità, ormai come abitudine, le lasciamo queste ultime righe a sua totale disposizione.. se vuole aggiungere qualcosa, un pensiero ad alta voce o delle considerazioni che vorrebbe esporre ai nostri lettori, qui può farlo..

Stefano Boldorini: Ringraziamo noi per l’opportunità. Desideriamo ringraziare i nostri clienti, e confermiamo la nostra strategia per il 2008 e per il futuro: sempre maggiore integrazione con il retail e i punti vendita, in modo da creare un’offerta unica rispetto al mercato per premiare i clienti del Gruppo Carrefour in modo ineguagliabile da parte di altri operatori, e sempre maggiore qualità nella relazione con il cliente stesso, che prima ancora del call center di UNOMobile

frequenta quotidianamente il punto vendita.


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

Commenta o Rispondi ad un commento..