Antitrust: avviato procedimento contro Vodafone per impegni non rispettati sui Mvno


L’Antitrust ha deciso di avviare un procedimento nei confronti di Vodafone Italia per alcuni impegni sottoscritti dalla società nel 2007 nel settore degli operatori mobili virtuali e, secondo l’Autorità, non rispettati. Lo riferisce il Bollettino dell’Antitrust. In particolare, Vodafone avrebbe adottato nei confronti di Bt Italia comportamenti che “hanno reso difficoltoso e ritardato l’avvio della procedura di adeguamento delle condizioni economiche al mercato di riferimento, previste dal contratto per la fornitura di servizi di accesso all’ingrosso alla propria rete di comunicazione mobile presente in Italia”. In sostanza, secondo quanto emerso dalla ricostruzione dei fatti, la procedura di revisione delle condizioni economiche, ad oltre un anno dall’avvio commerciale del servizio da parte di Bt Italia, nonchè a quasi due anni dalla sottoscrizione del contratto di accesso e a 8 mesi dalla richiesta di avvio della procedura stessa, non è ancora stata conclusa. Allo stato attuale, pertanto, in assenza di un adeguamento delle condizioni del contratto all’andamento del mercato, Bt Italia non è stata posta in condizioni di esercitare una effettiva pressione concorrenziale sulle offerte finali di Vodafone e degli altri operatori dotati di infrastruttura di rete mobile, in considerazione dei prezzi all’ingrosso fissati nel contratto per l’accesso alla rete di Vodafone e dell’evoluzione al ribasso delle offerte al dettaglio dei servizi mobili. Ora Vodafone ha 30 giorni di tempo per inviare scritti difensivi, mentre il procedimento si concluderà entro 90 giorni dalla notifica dell’atto. Per discutere su questa notizia e seguirne gli aggiornamenti, entra nel nostro forum sui MVNO.. clicca qui..