Addio Conad INSIM: l’MVNO di Conad chiude definitivamente


Conad INSIMCome già anticipato lo scorso luglio, per Conad INSIM è oramai chiusura definitiva. Da oggi infatti le utenze dell’operatore mobile virtuale di Conad non saranno più attive e soprattutto non recuperabili.

Negli scorsi mesi  – con una comunicazione scritta a tutti i titolari di utenze Conad INSIM – la società consigliava di effettuare quanto prima una portabilità del numero ad altro gestore (nello specifico veniva anche segnalata una offerta vantaggiosa per chi decideva di passare il proprio numero a PosteMobile) per evitare così la perdita definitiva del proprio numero. Di seguito riportiamo la comunicazione presente sul portale Conad INSIM:

In questo delicato momento economico, CONAD ha scelto di concentrare i propri investimenti su offerte che diano più valore al carrello della spesa dei propri clienti, con l’impegno di offrire quotidianamente qualità e convenienza; per questo motivo:

dal 1 novembre 2009 sarà disattivato il servizio di telefonia Conad INSIM

A partire da tale data, pertanto, non potrai più effettuare e ricevere chiamate/sms sulla tua scheda telefonica di Conad INSIM. Potrai comunque mantenere il tuo numero di cellulare richiedendone la portabilità ad un operatore di tua scelta*, ed utilizzare quindi i suoi servizi di telefonia mobile.

La richiesta di portabilità dovrà essere effettuata direttamente presso il nuovo operatore scelto, ed il tempo necessario dalla richiesta all’effettivo passaggio dipende dall’operatore scelto in base al numero di richieste che deve gestire (mediamente comporta 2 settimane). Ti consigliamo quindi di effettuare la richiesta quanto prima, quando stai per terminare il credito di traffico presente sulla tua SIM**.

* La portabilità del numero consiste nella possibilità di cambiare gestore telefonico conservando il proprio numero di telefono.
** In alternativa, potrai richiedere il rimborso del tuo credito residuo.

In un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo e i ridottissimi margini di guadagno (principalmente a causa degli accordi con gli operatori di rete su cui si appoggiano che non permettono di usufruire di tariffe realmente “al costo”) hanno sicuramente contribuito alla fine di Conad INSIM, che probabilmente non rimarrà un caso isolato nel prossimo futuro.