Dal 1° luglio dimezzate le tariffe per il roaming in UE


Dall’Unione Europea arriva un altro “regalo” sul fronte delle tariffe in roaming. Dal 1° luglio infatti, collegarsi a internet dal proprio cellulare in un altro paese dell’UE costerà la metà. Sono i nuovi tetti di spesa fissati dall’Unione Europea per l’uso del roaming con il proprio smartphone. Nello specifico il costo della navigazione su Internet all’estero sarà ridotto del 55,5%: in pratica scaricare un MB di traffico dati costerà solo 20 centesimi di euro, contro i 45 centesimi attuali.

Roaming Unione Europea

Prezzi ribassati anche per telefonate e messaggi: chiamare all’estero costerà 19 centesimi al minuto, -21% rispetto agli attuali 24 centesimi, mentre ricevere costerà 5 centesimi, a fronte dei 7 cent. attuali. Due centesimi in meno per i messaggi di testo, che costeranno 6 centesimi anziché 8.

“Questa riduzione dei costi per il roaming garantira’ un grande risparmio per tutti quest’estate” ha commentato il commissario UE per l’Agenda Digitale, Neelie Kroes. L’Unione Europea ha iniziato a prendere misure per ridurre i prezzi dell’uso del cellulare all’estero nel 2007, e il risultato è che in sette anni c’è stata una riduzione dell’80/90% dei costi per l’insieme di tutti i servizi di ‘roaming’.

Non possiamo che ringraziare l’Unione Europea per questi nuovi interventi, che porteranno ad una situazione assurda, tipica italiana, dove chiamare e inviare SMS costerà meno in roaming all’estero che tra utenze su territorio nazionale. Per fare alcuni esempi pratici:

Tariffe Wind

  • Invio di un SMS in roaming in Europa: 6 centesimi di euro. Chiamate in roaming: 19 centesimi al minuto.
  • Invio di un SMS in Italia con Wind: 9 centesimi (con la tariffa Super Senza Scatto) e 15 centesimi (con la tariffa Wind al secondo. Chiamate voce: in entrambe i casi a 29 centesimi al minuto.
  • Invio di un SMS in Italia con Vodafone: 15 centesimi (con la tariffa Vodafone 15) e 11.3 centesimi (con la tariffa Vodafone al secondo New). Per le chiamate: con Vodafone al secondo New, 23.19 centesimi al minuto.
  • Invio di un SMS in Italia con TIM: 15 centesimi con le tariffe TIM 12 e TIM ZeroScatti. Per le chiamate: con TIM ZeroScatti, 29 centesimi al minuto.
  • Invio di un SMS in Italia con H3G: 10.17 centesimi con la tariffa Power 10.

Nel confronto, sono state prese in considerazione solo le tariffe prepagate che non prevedono costi fissi mensili (o canoni) né vincoli di durata. Le uniche realtà che permettono di risparmiare sulle tariffe voce e SMS, continuano ad essere quelle degli operatori mobili virtuali (MVNO), nonostante i loro scarsi margini di guadagno sulle tariffe applicate e una Authority (quella italiana), molto assente sul fronte tutela e apertura del mercato. Alcuni esempi?

  • CoopVoce 5Cent: 5 centesimi per chiamate e SMS (a fronte di un costo attivazione di 9 euro).
  • PosteMobile 6xTutti: 6 centesimi per chiamate e SMS.
  • Tiscali 5 Senza Scatto: 5 centesimi per chiamate e SMS.
  • Nòverca 4+5: 4 centesimi al minuto per le chiamate nazionali e 5 centesimi per singolo SMS

Questi, naturalmente, solo alcuni esempi, che dimostrano quanto realtà come i MVNO siano indispensabili per garantire una sana concorrenza e tariffe economiche rispetto ai prezzi applicati dai gestori di rete. Speriamo che l’AGCOM se ne ricordi, prima che altri operatori “virtuali” chiudano o falliscano.


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

2 Risposte

  1. reparto ha detto:

    PS: la tariffa PosteMobile 6xTutti: 6 centesimi per chiamate e SMS PREVEDE LO scatto alla risposta di 16cent ;)

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: