Entro metà settembre la firma dell’accordo Poste/Correios per lancio MVNO in Brasile

CorreiosManca ormai poco alla nascita della nuova società (joint venture tra Gruppo Poste Italiane e Correios do Brasil) che si occuperà del lancio e della gestione dell’operatore mobile virtuale in Brasile. Come anticipato nel nostro precedente articolo, è infatti slittata a settembre la firma degli ultimi documenti che sanciranno questa joint venture tra le nostre Poste e quelle brasiliane (in Brasile la società è controllato dallo Stato).

Secondo Luiz Antônio Fuschino (Vice Presidente infrastruttura IT), il tutto dovrebbe concludersi “al massimo nella prima metà di settembre”. La società che si verrà a formare, sarà partecipata al 51% da Gruppo Poste Italiane (che in Brasile è già una società privata) e al 49% da Correios do Brasil. Secondo Fuschino, la scelta di lasciare al gruppo italiano la partecipazione più alta è dovuto al fatto che, essendo Correios una società pubblica, per assumere nuovi dipendenti avrebbe dovuto bandire un concorso (oltre a diverse altre “complicazioni burocratiche”).

Il lancio del servizio richiederà un investimento di 150 milioni di dollari da parte della nuova società, che al momento però non ha ancora un nome. Successivamente verrà fatta richiesta della licenza ad operare e stipulati gli accordi con uno degli operatori di rete per la fornitura del servizio di telefonia mobile. “Abbiamo discusso molto con gli operatori mobili brasiliani – spiega Fuschino – Tutti hanno dimostrato interesse, alcuni più di altri. La capacità di vendere SIM negli oltre diecimila uffici presenti sul territorio è in grado di fare la differenza nella quota di mercato e diventa così un progetto interessante per loro”. Infine, ha aggiunto che non risulta un particolare interesse da parte dell’italiana TIM (TIM Brasil, del gruppo Telecom Italia) nel futuro MVNO, ricordando che il partner di rete in Italia per PosteMobile è Vodafone (a breve Wind) e non Telecom Italia.

Obiettivi delle poste brasiliane. Con il lancio del servizio di Mobile Virtual Network Operator (MVNO), Correios do Brasil punta non solo all’acquisizione di nuovi clienti nel settore della telefonia mobile, ma anche alla gestione dei servizi bancari su smartphone (movimentazione, trasferimento fondi…) e, tra le altre cose, di dotare i postini di smartphone e apparecchiature tecnologiche che sfruttino le SIM del gruppo (e non quelle di operatori terzi).

 


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

Community MVNOUnisciti alla Community sui MVNO, i nuovi gruppi di discussione dedicati ai principali operatori mobili virtuali.

Una risposta

  1. Michel Gambuzzi ha detto:

    POSTE ITALIANE dovrebbe però pensare bene di risolvere i problemi e disservizi che crea a suoi clienti ed utenti italiani attivi su POSTEMOBILE !!!!!

    Dovrebbe anche licenziare almeno 500 operatori sempre se li ha, per dar posto solo a gente altamente qualificata con lauree e comprovata esperienza e giovane e competente ed abile nel settore telecomunicazioni – ingegneria informatica e gestionale – amministrazione contabile e finanziaria etc, insomma evitare di far lavorare degli idioti con laurea ad honorem che fan solo la figura dei pastrocciari ignoranti !!!!!

Commenta o Rispondi ad un commento..