Disservizi su rete Telecom Italia a Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza


Da ieri nelle province di Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza, a causa dei danni provocati dal forte maltempo, è in corso un disservizio sulla rete di Telecom Italia. Gli operatori mobili virtuali che si appoggiano alla rete di Telecom (CoopVoce, Tiscali Mobile, Nòverca…) sono naturalmente tutti coinvolti.

Maltempo Emilia Romagna

Tra gli operatori mobili virtuali, CoopVoce ha comunicato il disservizio ai propri utenti questa mattina tramite i canali social, segnalando quanto segue:

Per l’emergenza, in via del tutto straordinaria, ove possibile, è stata prevista la possibilità di utilizzare il servizio di rete di altri operatori telefonici come Wind o Vodafone. Ringraziamo tutti i nostri Clienti per le segnalazioni giunte in queste ore sui nostri canali e confermiamo che i tecnici stanno lavorando per risolvere al più presto la situazione.

Non è stata segnalata da Telecom Italia una data e un orario preciso di risoluzione del disservizio. Ci auguriamo naturalmente possa rientrare il più velocemente possibile, trattandosi di zone duramente colpite dal maltempo. Anche diversi utenti Wind e Vodafone segnalano momentanei disservizi in zona. Qui di seguito la Nota Stampa Ufficiale di Telecom Italia, diramata nella serata del 14 ottobre:

A seguito esondazione del fiume Baganza dalle 17 della giornata di ieri, 13 ottobre, si è riscontrata l’allagamento della sede Telecom di Parma, via Po dove sono installati nodi strategici di rete fissa e mobile, e l’interruzione dell’alimentazione della sede.

L’impatto del disservizio per la rete mobile, coinvolge il servizio dati e voce delle provincie di Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza.
Per la rete fissa, i servizi di fonia della provincia di Parma eccetto il distretto di Fidenza e Val di Taro, ed il servizio di larga banda della provincia di Parma e confinanti.

Il disservizio ha in parte coinvolto anche servizi di pubblica utilità.
Nel corso della stessa serata, in collaborazione con i VV FF e la Protezione Civile si è intervenuti sul posto per liberare la centrale invasa dall’acqua e dal fango e permettere l’accesso agli impianti ed il posizionamento dei mezzi di alimentazione di emergenza.

I lavori con le idrovore si sono protratti per tutta la notte e sono in corso di svolgimento.

Il personale tecnico, già nella serata di ieri sera, accedeva, in condizioni proibitive, al sito per una prima constatazione dei danni per quanto visibile.

Alle 21:30 è stata ripristinata la piena funzionalità del servizio 118
Si è quindi provveduto a ridare progressiva alimentazione agli apparati di centrale (posizionati 6 gruppi elettrogeni carrati) che hanno permesso il ripristino di gran parte del servizio larga banda rete fissa a partire dalle 16 della giornata odierna. In pari orario è tornato disponibile anche il servizio mobile di nuova generazione LTE
Sul posto sono stati fatti confluire anche i tre nuovi mezzi di emergenza di cui uno destinato a ripristinare il servizio per la sede Regionale della Protezione Civile. La viabilità fortemente compromessa (ponti e strade chiuse) hanno creato notevoli difficoltà all’accesso dei mezzi di alimentazione di emergenza permettendo alle 18 di oggi la completa disponibilità di energia elettrica prodotta attraverso i gruppi autonomi.

I lavori di ripristino stanno continuando ad oltranza per il recupero della piena funzionalità della rete fissa e mobile (maggiormente compromessa) progressivamente dalle ore 22.


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

Commenta o Rispondi ad un commento..