AgCom: tariffe terminazione mobile anche per i virtuali (MVNO)


Le tariffe di terminazione mobile decise dall’AgCom presto potrebbero valere anche per i MVNO (operatori mobili virtuali). In pratica, quello che gli operatori telefonici incassano per le chiamate che terminano sulla propria rete, devono valere anche per gli operatori virtuali. Il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ha deciso l’avvio di una consultazione pubblica per l’aggiornamento dei rimedi nel mercato della terminazione mobile per il periodo 2014 – 2017.

AGCOM

L’Autorità, tenuto conto anche dei nuovi orientamenti della Commissione europea nella recente Raccomandazione sui mercati rilevanti – spiega una nota dell’Authority – ha valutato l’opportunità di notificare anche gli operatori virtuali che, benché sprovvisti di risorse radio, offrono servizi di terminazione vocale all’ingrosso (c.d. full MVNO). L’Autorità ritiene infatti che tutti gli operatori che offrono servizi di terminazione vocale sulla propria rete mobile siano detentori di un significativo potere di mercato.

In tal senso, si sottopone alla consultazione pubblica uno schema di provvedimento che prevede sia per gli operatori di rete mobile sia per gli operatori full MVNO l’imposizione degli obblighi regolamentari di: a) accesso ed uso delle risorse di rete; b) trasparenza; c) non discriminazione; d) controllo dei prezzi e contabilità dei costi. Per gli anni 2014-2017, il glide path di riferimento, simmetrico per tutti gli operatori notificati, prevede tariffe non superiori delle seguenti: 0,98 euro cent al minuto per il 2014, 0,96 per il 2015, 0,94 per il 2016 e 0,92 per il 2017.

Tariffe di terminazione AgCom

Dette tariffe – aggiunge la nota AgCom – sono determinate, in continuità con quanto stabilito nel precedente ciclo di analisi di mercato, utilizzando un modello a costi incrementali di lungo periodo, aggiornato al fine di tenere conto delle mutazioni prevedibili nel contesto competitivo italiano. Tutti i soggetti interessati potranno far pervenire, entro 45 giorni, le proprie osservazioni in merito allo schema di provvedimento adottato dall’Autorità.

Contestualmente alla pubblicazione della consultazione pubblica, nell’ambito delle proprie competenze, l’Autorità ritiene opportuno avviare una specifica attività di monitoraggio mirata all’analisi delle condizioni economiche e tecniche di fornitura dei servizi di accesso all’ingrosso da parte degli operatori di rete mobile agli operatori mobili virtuali, al fine di valutare la rilevanza dei vincoli di natura concorrenziale nel mercato dell’accesso alla rete mobile”.


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

Commenta o Rispondi ad un commento..