Ringo Mobile: l’operatore mobile virtuale etnico raggiunge quota 18mila clienti


Ringo Mobile flagship storeDopo l’annuncio ufficiale dell’avvio delle attività lo scorso settembre, anche se il lancio effettivo (un po’ in sordina) era avvenuto già in estate, Ringo Mobile, l’operatore mobile virtuale dedicato principalmente ad una clientela etnica, ha comunicato ieri alla stampa (nella sede del flagship store di Sesto San Giovanni – Mi) che il parco clienti è arrivato a quota 18 mila utenze.

“I cittadini stranieri hanno una spesa telefonica media che è 3 o 4 volte quella degli italiani. Ma per noi è solo l’inizio – ha spiegato l’AD Luca Bignone. Con un’offerta molto elastica che permette a ognuno di pagare quello che usa, accompagnata dall’eccellenza del servizio, possiamo guardare con interesse a un bacino molto più ampio”.

Ringo MobileDurante l’incontro con la stampa, i vertici dell’azienda hanno posto come obiettivo quello dei 160mila clienti nel giro di un anno. Il tutto grazie ad una capillare copertura del territorio, tra flagship store (ne sono previsti circa 20 per ogni regione), 480 punti vendita e l’accordo con le ricevitorie Sisal (dove sarà possibile effettuare le ricariche). Per il 2016, secondo quanto trapelato dall’incontro con la stampa, le SIM Ringo Mobile potrebbero arrivare anche nella Grande Distribuzione Specializzata (per intenderci Mediaworld, Unieuro, Euronics…).

A supporto ci sarà anche una attività marketing che prevede un investimento di 300mila euro per il 2016, che saranno destinati al presidio del territorio e in particolare alla personalizzazione dei mezzi pubblici (come già avvenuto in questi mesi). Tra le novità, il lancio di una propria App che permetterà di chiamare utilizzando la rete dati (VoIP) tutti i Paesi del mondo e l’attivazione del servizio Credit Transfer che consentirà ai clienti di regalare credito telefonico a livello internazionale (anche per chi utilizza altri operatori).

Ma le novità non finiscono qui: Ringo Mobile consentirà l’ingresso rapido sul mercato di un ATR (AirTimeReseller) che farà utilizzare a Ringo il suo brand in esclusiva per il nostro Paese. Non resta che attendere, per conoscere chi sarà e tutte le novità che riguarderanno questo operatore mobile virtuale (che, lo ricordiamo, utilizza la rete di trasmissione di TIM, con Nòverca in qualità di MVNE).