PosteMobile in vendita. Poste Italiane smentisce, ma l’11 dicembre è vicino


Poste Italiane – in una apposita nota – smentisce le indiscrezioni pubblicate sul Corriere della Sera, secondo le quali la società sarebbe in procinto di cedere PosteMobile, primo operatore virtuale (Full MVNO) italiano. Per il Gruppo, ora quotato in borsa:

Con riferimento ad alcune notizie di stampa pubblicate oggi, Poste Italiane informa che il processo di semplificazione della struttura societaria, avviato da tempo, non include allo stato piani per la dismissione di Poste Mobile, nè per la chiusura di Poste Tributi

PosteMobile

Il Corriere scriveva così di Poste Italiane: “il prossimo 11 dicembre discuterà il trasferimento del ramo della telefonia fissa da PosteMobile alla capogruppo. Una riorganizzazione propedeutica alla vendita della controllata presieduta da Barbara Poggiali. La vendita di PosteMobile sarebbe stata decisa perché l’A.D. di Poste Italiane, Francesco Caio, non ritiene più strategica la società. I numeri segnalano del resto un calo dei risultati e dei margini. L’utile netto è risultato dimezzato, passando da 15,8 mln a 7,8 mln. In flessione pure l’arpu, il parametro utilizzato per indicare il ricavo medio per utente. Nel 2014 è sceso di quasi il 20% attestandosi a 5,7 euro al mese…”

Quel “non include allo stato” suona tanto di una smentita che potrebbe avere una “validità” molto limitata nel tempo. Forse già l’11 dicembre se ne saprà di più…


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

Commenta o Rispondi ad un commento..