Telecom Italia, per Berenberg l’entrata di Iliad non è da prendere così alla leggera


Se agli inizi di settembre l’AD di Telecom Italia – Flavio Cattaneo – aveva provato ad attutire il possibile effetto “dirompente” sui prezzi nella telefonia mobile dovuto allo sbarco di Iliad (Free Mobile) nel 2017, per gli analisti di Berenberg (la più antica banca d’affari tedesca) l’ingresso del gruppo di Xavier Niel in Italia “non è da prendere così alla leggera”.

Free

Per Berenberg, due grandi sfide attendono Telecom Italia: la prima riguarda la fibra ottica. Con l’ingresso di Enel Open Fiber, progetto nel quale sono entrati player concorrenti come Vodafone, Wind e Tiscali e con il raddoppio della copertura in fibra di Fastweb, gli analisti prevedono un calo di quota di mercato nella banda larga dal 47% di fine 2015 al 38% circa del 2022.

Sul mercato mobile, come detto, la banca d’affari spiega come “l’entrata di Iliad non è da prendere così alla leggera“, perché sia la 3 (Ck Hutchison) che Wind (Vimpelcom) hanno “venduto troppo per assicurarsi l’approvazione della fusione da parte delle autorità…”, dando la possibilità a Free Mobile di lanciare i propri servizi con già una buona copertura di partenza (a cui si aggiunge l’affitto dei ponti radio Wind-3 per un periodo di 5 anni + eventuali altri 5).

Per Berenberg, in Italia nella telefonia mobile non ci sono tariffe così basse come vogliono farci credere (con le rimodulazioni degli ultimi tempi, come non dargli ragione) e, grazie anche all’elevato tasso di disdetta e alla bassa affezione del cliente medio, Iliad potrebbe avere la strada spianata per un buon successo, a danno sia di Telecom ma soprattutto della nuova nata Wind-3.

Solo il tempo ci saprà dire come e quanto sarà “dirompente” l’ingresso di Iliad e della sua Free in Italia. Ci auguriamo che il marketing del gruppo francese possa regalare ai consumatori italiani tariffe che facciano la differenza rispetto ai concorrenti.


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

2 Risposte

  1. Pasquale Autiero ha detto:

    Tutto dipenderà dalla copertura, se sarà peggiore di quella della 3 , come lo è stata fino ad oggi, free per prendere cliente veramente dovrà far pagare quasi zero. Oggi bisogna tener conto dei dati e non del voce, del voce non se ne frega più nessuno, se sei in una zona e non ti prende il telefono, il primo pensiero va ai vari social che non puoi controllare, poi alle email e poi al voce, se così non fosse non si spiegherebbero l’alto numero di clienti Vodafone, che senza alcun dubbio, ha la miglire ricezione e la miglior rete dati del paese.

  2. Enrico RosaNero ha detto:

    sicuramente schiaccerà (come spero) i vari “big” italiani, inutili, esosi, che pretendono…. cosa?!?!?!

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: