AGCOM: via libera alla fusione tra Wind e 3 Italia


Dopo l’OK della Commissione Europea alla fusione tra gli operatori telefonici 3 Italia e Wind dello scorso primo settembre,  ora è anche l’AGCOM a dire la sua. Secondo quanto riporta Reuters, Proprio oggi l’Autorità italiana per le garanzie nelle comunicazioni ha infatti pubblicato il proprio parere sul suo sito ufficiale (qui il documento integrale).

Fusione Wind 3

Per l’AGCOM la fusione tra i due gruppi non supera i tetti previsti dall’Antitrust e pertanto non verrà aperta nessuna istruttoria. Nella delibera pubblicata oggi si legge che le “società partecipanti all’operazione non conseguono ricavi nel settore delle comunicazioni elettroniche superiori al 40% dei ricavi complessivi del settore”.

Lo stesso vale per il tetto posto al 20% dei ricavi del Sistema integrato delle comunicazione, il fatturato di tutta l’editoria italiana, che la nuova società non raggiunge. La commissione UE, va ricordato, ha approvato lo scorso primo settembre la fusione tra Wind e 3 Italia con condizioni, ovvero imponendo alcune cessioni di asset e aprendo ad un nuovo entrante, ovvero Iliad e la sua Free Mobile. Da quanto si apprende dalla nota Reuters, il parere delle autorità italiane è obbligatorio ma non vincolante.


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

Commenta o Rispondi ad un commento..