PosteMobile: dal 27 giugno 2017 la tariffa internet base giornaliera sale a 3.50 euro


Le rimodulazioni ultimamente sembrano colpire tanto i clienti dei principali operatori di rete quanto quelli di alcuni operatori mobili virtuali. Questa volta è il turno di PosteMobile che, dopo aver portato la tariffazione a 4 settimane su alcune sue offerte, ora informa che a partire dal 27 giugno 2017 l’attuale tariffa Internet base giornaliera passerà dagli attuali 2.52 euro a ben 3.50 euro (addebitati alla prima connessione).

Tariffa internet base giornaliera PosteMobile

Con l’aumento del costo giornaliero viene però dato ai clienti PosteMobile anche un “contentino”: il bundle dati messo a disposizione passa infatti dagli attuali 250 MB a 400 MB.

I clienti stanno già ricevendo in questi giorni un SMS informativo di preavviso che riportiamo qui di seguito:

Dal 27/6 la tariffa Internet base giornaliera cambia: hai 400 MB/gg a 3,50 euro alla prima connessione. Hai diritto entro il 27/6 di recedere dal contratto, o di passare ad altro operatore, senza penali. Info 160/postemobile.it

I clienti PosteMobile potranno quindi esercitare – entro il 27 giugno 2017 – il diritto di recesso dal contratto senza penali né costi di disattivazione o, in alternativa, potrà richiedere la portabilità del numero verso un altro operatore.

Ricordiamo che la tariffa base giornaliera permette di navigare in internet su territorio nazionale, fino a 250 MB/giorno (400 MB dal 27 giugno 2017) utilizzando come punto di accesso l’APN wap.postemobile.it

Note aggiuntive. I MB a disposizione sono conteggiati in base ai reali Kbyte consumati e possono essere utilizzati fino alla mezzanotte del giorno stesso. La tariffa extra soglia sarà di 0,1€cent (IVA inclusa) ogni 100KB con tariffazione a scatti anticipati di 100KB.

Per navigare in 4G è necessario essere in possesso di uno smartphone 4G ed essere in un’area con copertura 4G della SIM PosteMobile. La velocità massima di connessione è 150 Mbps su rete LTE e fino a 42.2 Mbps su rete 3G.


Non perdere nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram  oppure segui la nostra Pagina Facebook o su Twitter | Google+

 

Una risposta

  1. Simone ha detto:

    E il vizio di rimodulare ora ha contagiato pure PosteMobile. Bravi bravi… per fortuna ci sono ancora operatori seri come CoopVoce e da fine anno Free Mobile mi sa che farà una bella “cresta” anche a voi.

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: