AGCOM: al 30 giugno 2017 linee MVNO oltre 7.4 milioni. In calo PosteMobile, crescono Fastweb e CoopVoce


In crescita a 98.9 milioni le linee mobili attive in Italia al 30 giugno 2017 rispetto al trimestre precedente, grazie unicamente alle SIM M2M (Machine to Machine), a quota 14.4 milioni (erano 13.1 milioni a fine marzo di quest’anno e 10.8 milioni a fine giugno 2016), mentre le linee solo voce e voce+dati su base annua registrano un calo di 2.2 milioni.

SIM MVNO al 30 giugno 2017Wind Tre è leader di mercato per numero di SIM complessive, con una quota del 32.1% (in calo rispetto al 32.7% del trimestre precedente), seguita da TIM al 30.3% (in leggera crescita rispetto al 30% al 31 marzo scorso), a sua volta tallonata da Vodafone che cresce al 30.2% (era al 29.9% lo scorso trimestre).

Per quanto riguarda la telefonia mobile, in attesa dell’arrivo di Iliad previsto tra fine dicembre 2017 e primi mesi del 2018, si accorcia la distanza tra Wind Tre e TIM, mentre c’è ormai quasi parità tra TIM e Vodafone (il distacco è davvero minimo, dello 0.1%).

Gli operatori mobili virtuali (MVNO) al 30 giugno 2017 totalizzavano il 7.5% di quota di mercato per numero SIM complessive (era il 7.3% a fine marzo 2017). Per quanto riguarda invece il totale SIM “Human”(ovvero escluse le M2M, ma incluse le SIM che effettuano traffico «solo voce» o «voce e dati», incluse le SIM solo dati con interazione umana come ad es: chiavette per PC, SIM per tablet), i MVNO hanno raggiunto l’8.7% di quota di mercato (anche qui in crescita rispetto allo scorso trimestre).

PosteMobile si conferma leader tra gli operatori mobili virtuali ma perde oltre 2 punti percentuali su base annua, ora al 49.4% (in calo anche su base trimestrale, dove a marzo aveva il 51.7%).

Cresce Fastweb Mobile, al 17.6% di quota di mercato e secondo tra i MVNO (era al 16.5% tre mesi fa). Al terzo posto Lycamobile, al 12.1%, stabile rispetto al trimestre precedente, in crescita su base annua.

Segue CoopVoce con l’11.1%, in crescita rispetto al 10.6% del trimestre precedente, così come su base annua. Al quinto posto, dopo il tracollo della precedente rilevazione, troviamo ERG Mobile, stabile al 2.2% (-3.6% su base annua).

Alla voce “Altri MVNO” (dove troviamo Tiscali Mobile, Kena Mobile, Noitel Mobile, DIGI Mobil, 1Mobile etc etc…) la quota di mercato sale al 7.7% (contro il 6.9% del trimestre precedente), complice probabilmente la crescita di Tiscali Mobile (202.000 linee, questi i dati comunicati dall’azienda al 30 giugno 2017) e l’arrivo di Kena Mobile, operatore mobile virtuale attivo dallo scorso 29 marzo e che conta circa 70.000 linee.

Portabilità del numero. Con riferimento agli ultimi dodici mesi, il saldo tra linee cedute e linee acquisite risulta negativo per Wind Tre (-411.000 unità) e Vodafone, mentre è positivo per TIM (+238.000) e MVNO.

Al 30 giugno 2017, le linee complessive degli operatori mobili virtuali erano 7.417.500, mentre le SIM “Human”(escluse le M2M, ma incluse le SIM che effettuano traffico «solo voce» o «voce e dati», incluse le SIM solo dati con interazione umana come ad es: chiavette per PC, SIM per tablet) erano 7.351.500 *, così suddivise:

  • PosteMobile: 3.631.641
  • Fastweb Mobile: 1.293.864
  • Lycamobile: 889.531
  • CoopVoce: 816.016
  • ERG Mobile: 161.733
  • Altri (tra cui Tiscali Mobile, Kena Mobile, Noitel Mobile, DIGI Mobil, 1Mobile e gli altri MVNO/ESP): 566.065

* Numero SIM “Human” (escluse M2M) dei MVNO calcolate su dati AGCOM del II Trimestre 2017, aggiornati al 30 giugno 2017 (8.7% di quota di mercato su 84.5 milioni di SIM “Human” totali).


Non perdere nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram  oppure seguici su Facebook o su Twitter | Google+

Commenta o Rispondi ad un commento..