PosteMobile: 3.658.000 SIM al 30 settembre 2017. Ricavi in calo


Rimane sostanzialmente stabile (con una lievissima crescita rispetto al trimestre precedente) il numero di SIM PosteMobile a fine settembre 2017, quando l’operatore mobile virtuale (Full MVNO) del gruppo Poste Italiane contava una giacenza media di 3.658.000 SIM.

Nei primi 9 mesi del 2017 i ricavi totali della società PosteMobile si sono attestati a 154 milioni di euro, in calo rispetto ai 169 milioni di euro dello stesso periodo del 2016. Questo calo viene giustificato dal forte contesto competitivo nel settore della telefonia mobile.

Come per la precedente relazione dello scorso giugno, vengono messe in risalto le pratiche particolarmente aggressive da parte dei principali operatori mobili italiani…

caratterizzate dal lancio di offerte dal pricing estremamente ridotto, rivolte in modo mirato ai clienti degli operatori virtuali anche in risposta all’ingresso sul mercato di nuovi players quali Kena Mobile, second brand di TIM che si posiziona come operatore virtuale low cost … e Iliad, operatore “price leader” del mercato francese il cui ingresso è previsto nei primi mesi del 2018. Le strategie adottate sono caratterizzate in particolare da offerte CRM e Win-Back (quelle rivolte ad ex clienti).

In calo i ricavi ma anche i costi per beni e servizi, che passano da 133 milioni di euro dei primi nove mesi del 2016 a 108 milioni di euro, principalmente per effetto della scissione del ramo “Rete Fissa TLC” ( in favore di Poste Italiane SpA, il cui atto è stato stipulato in data 27 aprile 2016 e che ha determinato, nel periodo di riferimento, minori ricavi da altri settori per 20 milioni di euro), nonché della riduzione di volumi di traffico e delle efficienze derivanti dalla migrazione delle SIM da piattaforma ESP (Enhanced Service Provider) a piattaforma FULL (Full Mobile Virtual Network Operator).

Ricordiamo a tal proposito che PosteMobile opera come Full MVNO sotto rete Wind, mentre le utenze più datate erano ancora sotto la rete Vodafone, dove operava come ESP MVNO fino a pochi anni fa.


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

Commenta o Rispondi ad un commento..