PosteMobile si riorganizza per portare i pagamenti in moneta elettronica sui cellulari


PosteMobile si riorganizza per arrivare a portare i pagamenti in moneta elettronica sui cellulari, diventando così anche un intermediario specializzato in pagamenti oltre che operatore mobile virtuale (Full MVNO).

Secondo quanto riferisce il gruppo in una nota diffusa oggi, il Consiglio di Amministrazione ha approvato, una volta presentata l’istanza alla Banca d’Italia e ricevute le necessarie autorizzazioni:

la sottoposizione all’Assemblea straordinaria degli azionisti di Poste Italiane della proposta di rimozione del vincolo di destinazione al Patrimonio BancoPosta dell’insieme di attività, beni e rapporti giuridici costituenti il ramo d’azienda inerente la monetica e i servizi di pagamento, che formerà parte del conferimento in natura in favore di PosteMobile;

la costituzione, da parte di PosteMobile, di un patrimonio destinato – che include il citato ramo d’azienda – dedicato alla monetica e ai servizi di pagamento, tramite il quale la stessa PosteMobile possa operare quale Istituto di Moneta Elettronica (IMEL), continuando anche svolgere le attuali attività di operatore mobile virtuale.

La costituzione di un intermediario specializzato in ambito pagamenti, mobile e digitale – conclude la nota – consentirà di perseguire con maggiore efficacia gli obiettivi di sviluppo nel comparto e di rafforzare il modello di servizio nei confronti della clientela retail, business e Pubblica Amministrazione.

fonte: comunicato stampa


Non perdere nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram per ricevere una notifica immediata per ogni nuova pubblicazione e seguici su Facebook Twitter e Google+