Iliad annuncia il primo milione di utenti e proroga l’offerta a 5,99 euro


E’ arrivato l’annuncio che molti speravano e altrettanti temevano: il nuovo quarto operatore italiano Iliad ha raggiunto – in meno di due mesi di attività – ben 1 milione di clienti. La conferma è arrivata direttamente dal CEO Benedetto Levi che, sottoposto al test del poligrafo per confermare la veridicità delle affermazioni, ha diffuso la notizia.

ILIAD 1 MILIONE UTENTI

Alla domanda “E’ vero che Iliad ha raggiunto 500.000 utenti?“, l’amministratore delegato di Iliad ha risposto affermativamente e l’antropologo forense presente in diretta ha confermato la validità della replica.

Benedetto Levi ha poi spiegato che Iliad ha raggiunto ben 1 milione di utenti in meno di due mesi, ricordando infatti che il lancio dell’offerta commerciale è partita con la presentazione tenutasi a Milano il 29 Maggio scorso.

Abbiamo raggiunto quota un milione di utenti in tempi sorprendenti e queste persone raccontano innanzitutto la qualità del servizio proposto. Quello che più mi fa piacere è il passaparola che si è creato tra i primi utenti che si sono fatti portavoce verso parenti, amici e conoscenti.

Visto il successo registrato in circa 50 giorni, Iliad ha pensato di mantenere attiva l’attuale offerta a 5,99 euro – che comprende minuti ed SMS illimitati, 30 GB di internet, oltre a minuti illimitati verso oltre 60 destinazioni estere e numerosi altri servizi solitamente fatturati come costi nascosti – per ulteriori 200.000 nuovi clienti, alle stesse condizioni del primo milione che l’ha già sottoscritta.

Benedetto Levi ha poi gettato il guanto di sfida, invitando gli utenti a commentare la diretta riportando quale amministratore delegato, di una qualsiasi società di telecomunicazioni, vorrebbero vedere rispondere alle domande poste dagli utenti, collegato a una “macchina della verità”. Concludendo l’intervista, Levi ha lanciato la sua frecciatina: “Chi può permettersi di fare lo stesso?“.

via universofree.com


Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti alle oltre 1.790 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche di nuove pubblicazioni in tempo reale con il nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici su Facebook Twitter e Google+

21 Risposte

  1. dobale ha detto:

    Offerta iliad a 5.99€ è terminata.

  2. Mirko frullone ha detto:

    Tutti ladri: vendono aria e fanno miliardi

  3. Pas ha detto:

    Quoto Eddo…vogliamo parlare anche del fatto che il core della rete Iliad è in Francia e quindi il delay della rete è mostruoso? E cmq i dati ufficiali sono quelli dell’AGCOM..puoi fare anche 1MLN di clienti ma se poi le USIM parlanti sono 500K non hai concluso nulla. Tutta Fuffa!!!

  4. Luca Giglioni ha detto:

    La rete internet di Iliad è molto fiacca. Finita l’emozione della novità, se l’operatore francese non si dota di una rete propria più capillare, non riuscirà bene ad entrare…

    • eddo ha detto:

      Eh campa cavallo.

      Non è che chiami l’antennista e in 2h hai fatto.

      Vodafone solo per switchare le antenne (che aveva già) da nokia a huawei, aggiungendo 4G (ed EDGE) ha speso SEI MILIARDI di euro e ci ha messo 3 anni (ed è un risultato straordinario come tempistica).

      Questi le antenne non le hanno, devono attendere che WIND/3 le liberi, e Wind3 è in ritardo pazzesco, sia perché di miliardi da spendere ne hanno forse 1 e non 6, sia perché, a differenza di Vodafone non devono migliorare ulteriormente la migliore rete Italian, ma devono RIFARE la peggiore, sia perché sono anche sfigati e si sono trovati Trump alla casa bianca che ha segato le gambe a ZTE.

      Detto questo, tempo diciamo un anno e mezzo, wind tre lascerà le antenne di TRE. Ma mica tutte!!!

      Sono solo 6000!!!

      Tim e Vodafone ne hanno quasi 20000 a testa, giusto x capirci.

      Poi le antenne bisogna interconnetterle, non basta avere il rubinetto funzionante, ci vuole anche “l’acquedotto”.

      Tim ce l’ha

      Wind ce l’ha

      Vodafone ce l’ha

      Iliad????

      Ne parliamo tra 10 anni, probabilmente, offriranno un servizio sufficiente, ma certamente gli altri mica saranno stati li ad aspettare

      • Redazione ha detto:

        Tralasciando i tuoi continui spot pro Vodafone, le cose non stanno propriamente così. Vero che Iliad deve attendere il rilascio delle frequenze da parte di Wind Tre, ma oltre il lavoro di riconversione ci sono anche le installazioni ex novo previste in particolare in questa seconda parte del 2018. Iliad ha già una sua rete in fibra ottica per l’interconnessione.

        Stiamo comunque parlando di un operatore appena debuttato sul mercato, non puoi fare paragoni con chi c’è già da un ventennio o più.
        Anche Omnitel al lancio copriva solo Milano Roma e poche altre principali città e sfruttò il roaming su rete TIM, idem Wind al lancio, così Blu e stessa sorte è toccata a 3 Italia. La differenza è che Iliad usufruirà della rete unita di Wind Tre una volta completata (nettamente migliore dell’attuale, nelle città dove è disponibile la differenza i clienti l’hanno notata) e nel resto d’Italia continuerà ad avere copertura fino al 4G+ in tutte le zone dove non ha impianti di proprietà. Nessun altro gestore è partito con una copertura, seppur in roaming, di questo livello.

        Inutile ricordare anche ai clienti 3, per quanti anni si sono dovuti subire il roaming a pagamento su rete TIM. Le differenze rispetto al passato ci sono e sono tante, il tutto in un contesto ultracompetitivo, dove i margini sono nettamente inferiori a quelli del passato e dove oggi si contano decine di operatori, in passato ce ne erano due o tre…

        • eddo ha detto:

          Andiamo bene.

          Capisco che essere i migliori in qualcosa attiri le antipatie, in qualsiasi settore.

          Ma che questo dia fastidio non a un bimbominchia qualsiasi, ma ad una redazione, si presume indipendente e preparata, mi pare un po’ troppo.

          Non c’è nessuno spot pro Vodafone, io non ho guadagni pubblicitari da chicchessia gestore (e vodafone non ha certo bisogno dei miei messaggi per dimostrare

          Sono un tecnico ed un conoscitore del settore, oltre che un utente, e come tale esprimo la mia opinione e SOPRATUTTO parlo di fatti inconfutabili, di cui sono a conoscenza.

          Ma chiusa la parentesi sul sottoscritto, torniamo a Iliad.

          A me non importa se siano simpatici o antipatici, ne mi importa se ci metteranno 5 anni al posto di 15, perché sono più svegli di Wind o Tre.

          A me importa se OGGI, o nell’immediato futuro spendere 6 euro per avere l’operatore più scarso quando con un euro in MENO posso usare Kena o con uno in più .ho, per non parlare della marea di virtuali dove le offerte valide (sopratutto x i bassospendenti) non mancano.

          Ora posso, al limite, farne una questione etica altrove, per esempio posso accontentarmi di un SW Open source non raffinato quanto uno commerciale, per motivi che esulano dalla qualità intrinseca del SW medesimo.

          Ma qua ci si strappa i capelli sul dare i propri soldi ad una multinazionale (straniera) piuttosto che ad un altra.

          Anzi se, proprio vogliamo essere pedanti, i ricavi di Tim, Vodafone e Wind Tre, finiscono in parte non trascurabile in Italia.

          Quelli di iliad ci finiranno in maniera minima, vista la faccenda dei simbox.

          E questo da Italiani, prima che da utenti dovrebbe interessarci.

          • Redazione ha detto:

            I tuoi commenti ti fanno apparire così, non siamo gli avvocati di nessuno e non ci teniamo a diventarlo (e non sentirti offeso per le nostre parole, non abbiamo nulla contro di te, ci mancherebbe altro).

            A me importa se OGGI, o nell’immediato futuro spendere 6 euro per avere l’operatore più scarso quando con un euro in MENO posso usare Kena o con uno in più .ho, per non parlare della marea di virtuali dove le offerte valide (sopratutto x i bassospendenti) non mancano.

            Hai scritto bene nel tuo commento: “A TE”. Ci sono 64 milioni di persone in Italia, c’è chi ha apprezzato l’arrivo di Iliad non solo per una questione di tariffe, ma anche perché stufo di prese in giro, aumenti tariffari e altri giochetti. Non è solo un discorso di rete “eccezionale” o meno. Un cliente sceglie un operatore per tanti motivi: la forza di un brand, prezzi, servizi, qualità della rete, qualità dell’assistenza clienti. Farne solo un discorso uno è più figo dell’altro o è più bello e più bravo non ha senso. Rischiano di diventare davvero solo discorsi da “fanboy”…

            • eddo ha detto:

              Abbi pazienza ma la copertura, la velocità, l’affidabilità, il tasso di errori di fatturazione e via discorrendo, NON sono opinioni.

              Si misurano.

              Solo l’altro ieri la rete tre ha avuto un down nazionale durato ore, a me due anni fa ne è capitato uno da 12h con wind.

              Rabona ha lasciato senza dati per più di una settimana i suoi utenti, gisto x discutere di una faccenta che entrambi conosciamo.

              Quante volte è successo a vodafone? e a Tim?

              Permetterai che a me sembri incredibile scegliersi il gestore, senza considerare in primis il servizio che offre, se il prezzo di tale servizio è assimilabile.

              In francia la faccenda era completamente diversa.

              Li si spendevano 20/30 euro in cambio di pochissimo.

              Chiaro che quando arrivò Free a 10 euro fece la rivoluzione, sul serio.

              Intendiamoci, anche in francia Free è l’operatore più scarso, ma se lo pago 1/3 di Orange o SFR me lo posso anche far piacere.

              Ma da noi? …

              • Redazione ha detto:

                A Vodafone è giusto successo pochi giorni fa. I disservizi sono capitati e capitano a tutti. Puoi misurare tutto quello che vuoi, rimane il punto che un milione di utenze sono state attivate, segno che comunque disservizi o meno i motivi che hanno spinto a sottoscrivere l’offerta sono altri, non solo il prezzo, come scritto nel precedente commento. Dalla novità del momento al fatto che il nuovo gestore ha puntato tutto su trasparenza e zero rimodulazioni, cosa che ha sicuramente fatto piacere a molte persone che erano stufe di essere prese in giro.

                • eddo ha detto:

                  Sul fatto che la gente ha scelto Iliad, per motivi che non `c’entrano nulla col servizio e o col prezzo siamo d’accordissimo direi.

                  E’ sul fatto che sia stata una mossa intelligente, che le nostre opinioni divergono.

          • Giulio ha detto:

            Bene, finalmente si scopre qualcosa di più su “eddo”, che non solo qui ci dedica sempre tanti suoi pareri sulla super perfezione di Vodafone. Oggi scopriamo che è un tecnico… vuoi vedere che lavora per la Ericsson o altra società che cura la rete dell’operatore perfetterrimo e che quindi gli fa portare a casa la “pagnotta” a fine mese? Libero di sbagliarmi, ma a pensar male spesso si azzecca.

            • eddo ha detto:

              Per tua informazione Ericsson ha fatto la vecchia rete di TRE (ottima ove presente), vodafone da quanto ne sappia, non ha mai avuto nessun apparato Svedese.

              Sempre per tua informazione, anche se fossi un tecnico di rete interessato nella rete di qualche gestore, sai cosa cambierebbe a me se Iliad vodafone o chiunque altro avesse 1 o un miliardo di clienti?

              Sempre per tua informazione, la buona educazione vorrebbe che quando una persona esperta fornisce un consiglio gratuito e disinteressato, lo si ringrazi, anche nel caso non si ritenga valido il consiglio medesimo.

              Il venticello della calunnia e/o della diffamazione (entrambi reati penali) dovrebbero essere l’ultima cosa a passare per la testa dell’interlocutore.

              Sai com’è, dalle mie parti c’è il proverbio “il lupo dalla cattiva coscienza come opera pensa”.

              Ovvero si tende a proiettare sugli altri il proprio livello di moralità…

              In questi termini ti garantisco che non ci fai una bella figura.

  5. Sandro ha detto:

    Comunque ci voleva Iliad dopo anni di soporifica politica delle tariffe, tutte uguali con costi nascosti e tariffazione a 28 giorni, e continue rimodulazioni! Per non fare nomi, altrimenti il solito personaggio si offende. Addirittura c’è una compagnia che fa pagare ai propri clienti l’ascolto di quanto credito ha sulla sua linea, veramente sconcertante! Comunque Iliad avanti così a tutta forza, sotterrali tutti!

    • dobale ha detto:

      Chi sarebbe il solito personaggio? La mia è una domanda retorica… ehehehe :)

      • eddo ha detto:

        La solidarietà tra fanboy è sempre così commovente…

        Mi raccomando, continuate così, che a ragionare da adulti vi fanno la multa :D

        • dobale ha detto:

          Bimbetto, con chi te la giochi la cena, con A.D. di vodafone o con il tuo smisurato EGOCENTRISMO? ehehehe :)

    • eddo ha detto:

      Chissà quando ci arriveranno i bimbetti dell’asilo che con la tariffazione a 28 GG si otteneva ANCHE il bundle ogni 28 GG.

      Dopo la campagna mediatica idiota contro i mulini a vento, il risultato ottenuto è stato (a seconda del gestore)

      A) Bundle da 28 GG pagato al prezzo di quello da 31 GG a

      B) Bundle rimodulato correttamente (una volta tanto il termine è corretto) + rincaro altrove, in cambio di niente.

      Se non è un genio l’italiota medio…

      Tornando a Iliad aspettiamo i dati veri, quelli dell’AGCOM.

      Mi ci gioco una cena che sto milione sta solo nella testa di Levi e del gregge di fanboys.

      E’ vero che di questi tempi i populisti sono disgraziatamente la maggioranza, ma il voto è gratis, le sim di Iliad si pagano (ben care rispetto al loro valore), e tirare fuori il portafoglio è sempre duro :D

  6. Marco ha detto:

    Ma daiii, io volevo conoscere le nuove offerte

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: