ERG Mobile chiuderà definitivamente il 30 marzo 2019. La comunicazione ufficiale


ERG Mobile ha comunicato proprio oggi sul sito web ufficiale, sull’app IP – Box Più e con un SMS a tutti gli attuali clienti, la data effettiva di chiusura del servizio, che avverrà il 30 marzo 2019.

Entro questa data dovrà essere richiesta la portabilità del numero verso altro gestore o il recesso (senza costi di disattivazione)  con relativo rimborso del credito residuo, in caso contrario, dal 31 marzo 2019 tutte le SIM saranno disattivate e non potrà più essere utilizzato il servizio.

SMS Erg Mobile

SMS ERG Mobile del 7 dicembre 2018

Con questa comunicazione viene data una risposta anche a tutti quegli utenti che ci hanno scritto (o hanno commentato precedenti articoli), ipotizzando un qualche accordo di cessione delle utenze ad altro gestore o hanno male interpretato alcune speranze del Servizio Clienti.

Nulla di tutto questo: per ERG Mobile il 30 marzo 2019 si scriverà la parola fine. Di seguito il comunicato integrale pubblicato oggi.

Informiamo tutti i Clienti che ERG Mobile cesserà definitivamente la fornitura dei servizi di telecomunicazione il 30/03/2019; pertanto, a far data dal 31/03/2019, le SIM ERG Mobile verranno disattivate e, a seguito della disattivazione, non potranno più essere utilizzate per effettuare traffico voce, dati e sms né in entrata e né in uscita.

Trascorsi 30gg in cui la SIM sarà disattiva, senza che tu abbia fatto portabilità verso altro operatore, avverrà anche la perdita definitiva del numero telefonico.

E’ possibile recedere dal contratto senza penali e senza costi di disattivazione entro il 30/03/2019 e richiedere il rimborso del credito residuo ai costi previsti (per la modulistica da utilizzare vai nella sezione dedicata del sito, utilizza i Moduli “Richiesta di recesso dal contratto ERG Mobile e disattivazione SIM” e Modulo “Richiesta riconoscimento credito residuo“e segui le istruzioni di compilazione e di invio dei moduli).

Per la richiesta di recesso puoi anche recarti presso una delle nostre Stazioni di Servizio aderenti, della rete italiana petroli, e compilare il relativo modulo che il Gestore ci farà pervenire per la lavorazione. Si precisa che fino al 30/03/2019 gli attuali servizi ERG Mobile saranno ancora validi; a titolo non esaustivo ad esempio: le offerte telefoniche vigenti, le ricariche telefoniche attraverso i canali SISAL Pay, disponibile su tutto il territorio italiano, ATM del Gruppo Intesa Sanpaolo e Carta di Credito da sito gruppoapi.com e da App IP-Box Più, il Servizio Clienti ERG Mobile, la possibilità di sostituzione SIM.

Ti ricordiamo altresì che, come ti abbiamo già detto via sms, non sarà più possibile effettuare le ricariche telefoniche ERG Mobile presso le Stazioni di Servizio della rete italiana petroli a far data dal 31/12/2018.

Sempre entro la data del 30/03/2019, puoi passare ad altro operatore senza alcun costo chiedendo la portabilità del credito residuo o il rimborso ai costi previsti. In tal modo i servizi di telecomunicazione ERG Mobile non cesseranno di funzionare fino a quando non saranno attivi i servizi di telecomunicazione che ti verranno forniti dal tuo nuovo operatore prescelto.

Potrai richiedere il passaggio ad altro operatore sia del numero telefonico che del credito residuo anche nei 30 giorni successivi al 30/03/2019, ma in questi 30 giorni, fino al completamento del passaggio all’operatore da te prescelto, la SIM ERG Mobile non funzionerà per il traffico voce, sms e dati né in entrata e né in uscita.

Al termine dei 30 giorni, in assenza di richieste di passaggio ad altro operatore pervenute entro e non oltre il 29/04/2019, avverrà anche la perdita definitiva del tuo numero telefonico. Potrai però ancora richiedere la restituzione del credito residuo.

Ricorda infine che, se prima non avrai acquistato una ricarica telefonica ERG Mobile dal 1° gennaio 2018 al 30 dicembre 2018, la tua SIM rischia la sospensione (se ancora attiva) o la disattivazione (se già attualmente sospesa) per mancata ricarica nel giorno 31 dicembre 2018. Per maggiori dettagli puoi chiamare il Servizio Clienti ERG Mobile al 401515.

Nei prossimi tre mesi gli attuali clienti ERG Mobile avranno tutto il tempo per valutare se cessare la propria utenza e richiedere il rimborso del credito residuo o magari approfittare di qualche promozione in corso da parte degli altri gestori ed effettuare una portabilità del numero.

ERG Mobile seguirà di poco la chiusura prevista per fine anno per Ringo Mobile e SIMPiù.


Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti alle oltre 2.450 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche di nuove pubblicazioni in tempo reale con il nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici su Facebook Twitter e Google+

8 Risposte

  1. Ezio ha detto:

    Non leggo commeti/post sul credito residuo oggetto di restituzione che sarà solo quello “Acquistato”, escluso quello maturato a seguito di sconti, bonus e ricariche omaggio accertato sui sistemi TotalErg (?) all’atto della cessazione del rapporto, che per tutti noi è un bel gruzzoletto di euro ?
    E chi calcolerà l’importo netto finale ?
    A saperlo era meglio prendere i vari servizi di pentole o piatti ….. !!

    • Redazione ha detto:

      Ciao Ezio, ormai tutti gli operatori mobili se ti danno del traffico bonus ti obbligano a consumarlo, altrimenti lo perdi in caso di portabilità o cessazione. Non è una scelta esclusiva di ERG Mobile, è così per tutti (con qualche variante, come alcuni operatori che te lo fanno usare anche per rinnovare opzioni etc etc, ma di base è così per tutti).

      • Ezio ha detto:

        Grazie per la cortese risposta.

        Un dubbio ..
        Ma quale parte del credito residuo viene utilizzato prima.. quello acquistato o quello maturato con bonus, etc.?

  2. MICHELE ha detto:

    Oggi il Servizio Clienti ha indicato che i dirigenti stanno vaglianto l’ipotesi effettiva di una migrazione massiva con un Gestore loro affine con procedure facilitate ed accompagnate come alternativa alla comune portabilità nel caso si voglia mantenere il numero (comunque recuperabile entro 1anno anche se sarà più complesso data la chiusura assieme al credito) e per il credito 5€ onere di riscossione a mezzo bonifico bancario solo se pari/superiore a 6€ (ne paghi 5 per ottenerne 1) ed 1€ onere di trasferimento ad Altro Operatore Mobile trattenendolo dall’attuale ove presente.

    I loro indirizzi e-Mail non risultano più operativi.
    Anche le comunicazioni automatiche o di servizio manuale le mandano da altro dominio e non abilitato in ricezione.

    • Redazione ha detto:

      Ti rispondiamo allo stesso modo dell’altro articolo che hai commentato… Il Servizio Clienti telefonico sta fornendo informazioni varie in base a chi risponde ogni volta. Per ora meglio affidarsi alle sole comunicazioni ufficiali fornite sul sito e via SMS.

      • MICHELE ha detto:

        tramite e-Mail appunto non c’era modo di avere informazioni ed appronfondimenti, riuscito a contattarli invece via PEC “totalerg@legalmail.it” (riporto per coloro abbiano la necessità di rapportarsi e con repliche senza dubbi visto il mezzo – riceve solo da PEC); il costo per la restituzione e del solo credito telefonico acquistato a mezzo bonifico bancario è 5,00€ (assurdo dato che in ambito business da anni non si pagano a fronte di canoni elevati – addirittura 1Mobile ne chiede 6,50€); tramite assegno di traenza 10,00€; chi ha ricevuto l’invito a ricaricare lo dovrà fare sennò gli disattivano il numero anche prima della cessazione servizi; il credito sarà recuperabile solo entro 30gg dal termine attività e non entro 1anno come deliberato da AGCOM; il numero potrà essere passato anche dopo la cessazione servizio purchè la richiesta sia pervenuta entro il 30marzo; 1,00€ è quanto tratterranno dal credito totale presente per trasferirlo ad altro gestore in caso di esportazione numero e se c’è del bonus prima di azzerarlo perchè lo si perderà verrà decurtato tale costo; eventuale bonus dovrò essere usato a consumo meglio se entro fine anno ed entro la data di sospensione che va effettivamente confutata in quanto l’indicazione è quasi generica.

        Quando alle possibili portabilità agevolate, ufficialmente non si sono proprio espressi sviando l’argomento come altri punti della comunicazione dal valore legale, e sostengono che il loro recapito e-mail funziona senza problemi peccato che i sistemi informatici dicano ben altro.

  3. MICHELE ha detto:

    Ci poteva stare un brand tipo: #APImobile (puntando a servizi IoT sui veicoli e mezzi vari incomingiando dai loro clienti contrattualizati carburanti e poi le compagnie assicurative e con un logo richiamabile procedure informatiche in linea con la denominazione) oppure #APImobili (cambiando il logo con un ape ) oppure #mobileIP (sola connettività internet i cui indirizzi IP sono API e per dati usi) o #IPmobile.

  4. davide ha detto:

    più o meno entro aprile 2019 sarà completato anche il rebranding delle stazioni di servizio a marchio erg che assumeranno quello di ip

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: