Chiusura definitiva di Ringo Mobile: la storia di questo ESP MVNO su rete 3G di TIM


Dopo SIMPiù, questo ultimo giorno del 2018 coincide anche con la chiusura di un altro operatore mobile virtuale (dedicato principalmente al mondo etnico), Ringo Mobile.

Ringo MobileLa comunicazione è avvenuta via SMS a tutti i propri clienti (forse non proprio tutti) nei primi giorni di dicembre e recitava esattamente così:

Dal 31.12.2018 i servizi mobili Ringo Mobile potrebbero essere non più erogati, la invitiamo ad effettuare il passaggio ad altro Operatore entro tale data

Questo 31 dicembre 2018 rimane dunque l’ultimo giorno utile (salvo sorprese) per inoltrare la propria richiesta di portabilità verso altro gestore se non si vuole perdere la numerazione e l’eventuale credito residuo.

Storia Ringo Mobile

Ringo Mobile ha debuttato ufficialmente sul mercato nel giugno del 2015, a distanza di oltre un anno dal primo annuncio.  La rete di trasmissione a cui Ringo Mobile si è appoggiato per offrire il servizio è stata sin da subito quella di TIM (con accesso al 2G/3G ma non alla rete 4G), sfruttando la piattaforma Noverca.

Ringo Mobile Bus 91 MilanoPoco dopo parte la sua prima campagna pubblicitaria per promuovere il servizio, principalmente su carta stampata e affissioni e annuncia l’apertura di nuovi store.

Nel dettaglio, Ringo Mobile per promuovere il brand sul target di riferimento, costituito al 90% dalla clientela etnica, ha puntato nei mesi di agosto e settembre 2015 sulla personalizzazione di alcuni mezzi pubblici di Milano (linee 90 e 91, non a caso tra le più frequentate dalla propria clientela di riferimento) così come la scelta di acquistare alcune pagine pubblicitarie sulle testate VipEva 3000 e Gossip.

Ad ottobre 2015 Ringo Mobile comunica di aver raggiunto quota 18.000 clienti, con l’obiettivo di raggiungerne 160.000 entro un anno grazie all’apertura di circa 20 flagship store (circa 20 per ogni regione), 480 punti vendita sparsi sul territorio nazionale e l’accordo con le ricevitorie Sisal (dove sarà possibile effettuare le ricariche).

Per il 2016, secondo quanto trapelato dall’incontro con la stampa, le SIM Ringo Mobile verranno rese disponibili anche nella Grande Distribuzione Specializzata (tra questi ci sono i negozi MediaWorld).

Nel giugno del 2017 l’operatore mobile virtuale è tra quelli che non hanno aderito alla nuova normativa sul Roaming in UE (Roam Like At Home) e sempre nel corso del 2017 iniziano i problemi di acquisto di nuove SIM online, con ritardi di mesi nella spedizione, fino al blocco totale degli ordinativi.

Nell’ottobre del 2017 grazie ad una delle nostre tante esclusive, comunichiamo la novità che riguarda il trasferimento di ramo d’azienda da Ringo Mobile Srl a Ringo Wholesale Srl.

Le SIM oltre a non essere più disponibili per l’acquisto online sul portale e-commerce di Ringo Mobile, sono introvabili anche nei punti vendita (sia nei flagship store ufficiali che presso i rivenditori autorizzati).

Il servizio di telefonia mobile continua ad essere garantito ai clienti con SIM Ringo Mobile, seppur con non poche difficoltà a contattare l’assistenza telefonica e via chat, anche per tutto il 2018. Il 31 dicembre 2018 il servizio cessa di esistere.

Si dice dunque addio ad uno dei pochi operatori mobili virtuali che ha puntato tutto su tariffe a consumo low cost (5 centesimi di euro per le chiamate – senza scatto alla risposta – e 5 centesimi per gli SMS) e pacchetti a partire da 2 euro al mese.


Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti alle oltre 2.500 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche di nuove pubblicazioni in tempo reale con il nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici su Facebook Twitter e Google+

27 Risposte

  1. Nicola ha detto:

    Il problema è che adesso Ringo rifiuta la portabilità, così adesso ho perso sia il numero che il credito!

  2. Renato ha detto:

    Nel pomeriggio di ieri 7 gennaio le due SIM Ringo mobile hanno cessato di funzionare.

  3. Marco ha detto:

    Ho notato oggi che la mia sim Ringo ha smesso di funzionare: pochi giorni fa era ancora ok, e la vostra ?

    Potrò fare Mnp ?

    • Srpski mapping Pro ha detto:

      R.i.p Ringo mobile

    • Roberto Pini ha detto:

      ho una sim Ringo e tutto funziona alla grande.la connessione da quando sono diminuiti i clienti va benissimo…sono sicuro che Ringo non chiuderà nell’immediato.Intanto funziona ….

      • Marco ha detto:

        La mia (che ho deciso di chiudere per inutilizzo) da oggi è definitivamente morta. Probabilmente in Noverca stanno cominciando a disattivarle a mano, una ad una. Mi vedo già l’omino su un pc a manovella con Windows XP che sta cancellando le utenze a mano (scherzo naturalmente sul pc a manovella… ). :-)

  4. Roberto Pini ha detto:

    Ringo mobile funziona ancora…e benissimo!!!

  5. Renato ha detto:

    Prendetela come un fatto “curioso”: alle ore 17:45 del 2 gennaio 2019 le SIM Ringo Mobile funzionano ancora.

  6. Renato ha detto:

    Per la verità le due SIM (mia e di mia moglie) Ringo Mobile, ricevute gratis nel 2016, alle ore 16:32 del 1° gennaio 2019, funzionano ancora e (digitando *123#) appare ancora parte del credito originario precaricato (5 euro). Le abbiamo utilizzate per le emergenze.

    Buon 2019 a tutti i lettori di MVNO News ed alla Redazione.

  7. Tizzy ha detto:

    Nella mia zona i negozi fastweb proprio non considerano questa tariffa a consumo, ci ho rinunciato… E comunque poco seri visto che nel sito mi propongono i negozi che poi dicono “l’offerta non esiste”!

    • Giacomo ha detto:

      Si può provare nei Fastweb Store anziché rivenditori autorizzati: si trovano con una ricerca sul sito di Fastweb, se dicono che non è possibile si può comunicare l’intenzione di adire Agcom perché la tariffa base a consumo è un diritto del consumatore.

    • Roberto Pini ha detto:

      L’unica soluzione e’ ordinare sim da sito internet sottoscrivendo gratis x primo mese qualsiasi pacchetto e poi passare ricaricando 16€ (taglio da 10\5\20€) al piano a consumo….in questo modo è assolutamente possibile…e si risparmia il costo della sim

      • Alessandro ha detto:

        La ricarica obbligatoria da 16€ al cambio piano viene addebitata in fattura. Se pure ricarichi tu 20€ prima della richiesta, comunque loro al momento del cambio piano fanno quest’altra ricarica. C’è chi l’ha già fatto, non leggendo bene le condizioni come te, e s’è poi ritrovato 36€ di credito che, per uno a cui va bene una tariffa a consumo, credo siano altamente sprecati.

    • Roberto Pini ha detto:

      Oppure c’è l’operatore coopvoce che regala 30€ a chi porta il numero….però i prezzi delle chiamate se non ho capito male sono 12 centesimi al minuto con 12 di scatto alla risposta oppure 17 centesimi senza scatto…praticamente costi più che raddoppiati nel primo caso e più che triplicati nel secondo …il mercato è strano: Soccombe chi ruba di meno ai clienti….

  8. dobale ha detto:

    GAME OVER…… R.I.P. amen… :(

    • Roberto Pini ha detto:

      Oggi è 01-01-2019 …ore 10 …Ringo mobile funziona…

      • dobale ha detto:

        Malato terminale, è questione di ore; il funerale è già organizzato…… amen….

        • Roberto Pini ha detto:

          Oggi 2 gennaio 2019 la mia sim Ringo funziona….il servizio clienti riferisce che: Non è certo che il servizio sarà dismesso.In effetti l’sms fatidico recitare”potrebbe non essere più erogato”…l’uso del condizionale….di certo non arriveremo al 2020….come non ci arriveranno la stragrande maggioranza dei piccoli operatori.Iliad ha letterarlmente cannibalizzato la concorrenza.

          • dobale ha detto:

            Anche nella telefonia esiste la “selezione naturale”….
            Iliade ha dato uno scossone al mondo della telefonia mobile, il futuro personalmente lo vedo più roseo…..
            Quest’anno arriva Plintron, nuovo “aggregatore” su rete “rossa”, porterà vera concorrenza e farà nascere nuove realtà…..
            Almeno questo è il mio auspicio…. :)

  9. Giacomo ha detto:

    Unica alternativa low cost, ad oggi, è Fastweb con tariffa base a 5cent.

    • enrico basilone ha detto:

      Ma solo se hai conto corrente…. Non mi serve

      • Giacomo ha detto:

        Falso. Ho effettuato passaggio settimana scorsa pagando le 21€ già indicate (5€ per la SIM + 16€ di credito disponibile).

    • Alessandro ha detto:

      E tariffazione al secondo, a differenza di Ringo Mobile che aveva scatti anticipati da 60 secondi.

      Per la connessione pure è leggermente migliore, con 0,0094 €/MB contro 0,01 €/MB di Ringo Mobile, entrambi con tariffazione al KB. Anche se questo lo devo verificare bene, perché, avendo per ora preso un SIM Fastweb con un numero nuovo (non ho ancora fatto portabilità del mio numero) ho effettuato solo una connessione di prova e per 215,4 KB consumati mi avevano scalato € 0,01 invece che € 0,00198 (come risultava anche a loro). Alla fine ho protestato e mi hanno rimborsato (addirittura € 1,00 invece che € 0,01 scalato), ma, se applicano sempre questi abbondanti arrotondamenti, non credo che resterò a lungo con loro, perché non posso mettermi sempre a protestare per ogni singolo addebito errato.

      Comunque per la tariffa a consumo non è necessario il conto corrente se la si acquista in negozio (anche se sembra che molti store siano reticenti a vendere SIM con questa tariffa, dicendo di non averle disponibili), mentre ordinando online una SIM con un’offerta in prova gratuita il primo mese e chiedendo poi il cambio piano prima del rinnovo automatico, serve solo per pagare la ricarica obbligatoria da € 16,00 e poi non più (e in questo modo si risparmiano pure € 5,00 di contributo per la SIM rispetto all’acquisto in negozio).

      Altrimenti come alternativa c’è NT Mobile che ha la stessa e identica tariffa a consumo, rete (TIM) ed enabler (Nòverca) di Ringo Mobile. Solo che non sembra che la vendano dal sito web ed i rivenditori sono pochissimi e poco diffusi sul territorio nazionale.

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: