AGCOM: al 31 dicembre 2018 MVNO in leggero calo. Crescono Fastweb e Lycamobile


Sono 103,6 milioni le SIM complessive attive in Italia al 31 dicembre 2018, secondo quanto riferisce l’AGCOM nel suo report trimestrale sulle telecomunicazioni.

Le SIM M2M (Machine to Machine) salgono a 21 milioni mentre le SIM “Human” (ovvero escluse le M2M, ma incluse le SIM che effettuano traffico «solo voce» o «voce e dati», incluse le SIM solo dati con interazione umana come ad es: chiavette per PC, SIM per tablet) in calo a 82,6 milioni (erano 83.3 milioni nel trimestre precedente).

Osservatorio MVNO Dicembre 2018Con riferimento alle SIM complessiveTIM seppur ancora in calo, è primo operatore per quota di mercato (30,7%), seguito da Vodafone (29.2%) e Wind Tre (29.2%). iliad continua invece a crescere e si porta al 2.7%. 

Nel segmento SIM “Human”, Wind Tre rimane il principale operatore mobile italiano con il 32,8% contro il 27,9% di TIM e il 25,7% di Vodafoneiliad, in questo caso, sale al 3,4% di quota di mercato.

Linee operatori mobili IV trimestre 2018

SIM operatori mobili di rete e MVNO nel quarto trimestre 2018

Linee operatori mobili virtuali

Gli operatori mobili virtuali (MVNO) al 31 dicembre 2018 hanno subito un leggero calo, scendendo all’8.1% di quota di mercato per numero SIM complessive (erano all’8.3% a fine settembre 2018), così come nel totale SIM Human, il dato è in leggero calo al 10,1% (10,2% nel trimestre precedente).

PosteMobile è sempre leader tra gli operatori mobili virtuali, ma in calo rispetto alla precedente rilevazione (46,8% vs 47,2%). Continua la crescita di Fastweb Mobile che passa al 21,9% (era al 20,4% di quota di mercato nel trimestre precedente) e cresce del 3.2% rispetto ad un anno fa.

Al terzo posto si conferma ancora una volta Lycamobile, in crescita al 13,9% contro il 12,8% del trimestre precedente). In leggero calo CoopVoce che passa dall’8,7% all’8,6%.

Tiscali Mobile sprofonda dal 2.8% del terzo trimestre 2018 al 2,1% del quarto trimestre. Alla voce “Altri MVNO” (dove troviamo ERG Mobile, Optima Mobile, Noitel Mobile, DIGI Mobil, 1Mobile, Daily Telecom Mobile, BT Mobile, Green Mobile, NT Mobile, Rabona, Welcome Italia ecc.) la quota di mercato scende al 6,7% contro l’8.2% del trimestre precedente. Questo dato potrebbe essere destinato a scendere ancora, con la recente chiusura di ERG Mobile e le precedenti di Ringo Mobile e SIM Più (avvenute a fine 2018).

Nonostante la forte concorrenza del nuovo entrante iliad e dei MVNO Kena Mobile e ho. (il cui numero di SIM viene conteggiato insieme a quello dei rispettivi MNO proprietari, ovvero TIM e Vodafone), il segmento degli operatori mobili virtuali è riuscito ancora una volta a non perdere importanti quote di mercato (e ci auguriamo possano presto tornare a crescere).

Portabilità del numero

Con riferimento agli ultimi dodici mesi, il saldo tra operazioni «recipient» e «donating» risulta negativo per Wind Tre (-1.718.000 unità), Vodafone (-651mila unità), TIM (-90mila unità) e MVNO, mentre positivo per iliad (+2.122.000 unità).

Portabilità IV trimestre 2018

Linee in entrata e in uscita (in %), dicembre 2018 | AGCOM

Numero linee dei principali MVNO

Al 31 dicembre 2018, le linee complessive degli operatori mobili virtuali erano 8.391.600 (calcolato sull’8.1% di 103.600.000), mentre le SIM “Human”erano 8.342.600 (10.1% di 82.600.000) *, così suddivise:

Linee MVNO (AGCOM)

  • PosteMobile: 3.904.336
  • Fastweb Mobile: 1.827.029
  • Lycamobile: 1.159.621
  • CoopVoce: 717.463
  • Tiscali Mobile: 175.194
  • Altri MVNO: 558.954

Quote MVNO (AGCOM)

  • PosteMobile: 46,8%
  • Fastweb Mobile: 21,9%
  • Lycamobile: 13,9%
  • CoopVoce: 8.6%
  • Tiscali Mobile: 2,1%
  • Altri MVNO: 6,7%

* Numero SIM “Human” (escluse M2M) dei MVNO calcolate su dati AGCOM del IV Trimestre 2018, aggiornati al 31 dicembre 2018 (10,1% di quota di mercato su 82.6 milioni di SIM “Human” totali).


Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti alle oltre 2.600 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche di nuove pubblicazioni in tempo reale con il nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook Twitter

4 Risposte

  1. Davide ha detto:

    Io ho sia tiscali che coopvoce, confrontandole in 3 g sullo stesso telefono e nelle stesse zone trovo che c’è una bella differenza sia di velocità spicciola che in perdita di segnale, coop vince a mani basse e non riesco proprio a spiegarmelo dato che usano entrambe la rete tim. mi sa che a breve migro su optima.

  2. Gabriele ha detto:

    Sono un cliente Tiscali mobile dal 2016, e mi trovo benissimo. Ciò nonostante, ritengo che sia colpa dell’azienda questa decrescita. Perché mentre gli altri vanno avanti Tiscali rimane ferma, sia come offerte che come 4G.. è chiaro che l’utenza purtroppo si rivolga altrove.

  3. Marco Odoni ha detto:

    La cosa che mi sorprende di più é che nonostante il calo di Tiscali Mobile ancora non riesce ad entrare nella top 5 degli mvno Optima Mobile, nonostante le buon offerte fatte per la fine del 2018 (ricordo quelle per il black Friday).
    Ma non c’è modo di sapere quante linee attive hanno gli mvno più piccoli?

    • Simone ha detto:

      Concordo con te Marco. Mi dispiace sinceramente vedere Tiscali Mobile con questi numeri: l’ho avuto per due anni prima di passare a Iliad. Andava decisamente bene: inspiegabile però che dopo così tanto tempo non abbiano ancora ottenuto l’apertura del 4G su rete TIM. ED è ancora più inspiegabile che a livello di marketing non provino neppure a proporre una sim ai clienti sul fisso, magari con qualche promo integrata. Ad oggi sembrano davvero sempre meno interessati al mercato mobile che resta li senza ricevere alcuna spinta. Se non invertono la rotta a tendere secondo me cesseranno l’offerta mobile che sta raggiungendo numeri privi di significato.

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: