Buon compleanno ho.! Il resoconto ad un anno dal lancio, con numeri da record


Se ci sono operatori mobili virtuali come Tiscali che hanno festeggiato 10 anni di attività in questo 2019 (e a cui abbiamo  dedicato un nostro speciale), oggi è invece la volta di ho., che il 22 giugno del 2018 lanciava i suoi servizi, con tanta curiosità da parte degli utenti.

ho. un anno

Ad un anno di distanza è possibile ripercorrere le tappe fondamentali ma, soprattutto, tirare le prime somme. E partiamo per questo proprio dai numeri: in soli 9 mesi ho. ha superato la soglia di 1,1 milioni di utenze, contro 1 milione di fine 2018.

ho. I Trim. 2019Si tratta di un indiscutibile successo, per questo ESP MVNO nato per contrastare iliad, tanto da conquistare in così poco tempo la Top 5 tra gli operatori mobili virtuali di maggior successo in Italia, insieme a PosteMobile, Fastweb Mobile, Lycamobile e Kena Mobile e superando CoopVoce.

Di ho. si è iniziato a parlare ufficialmente nel maggio del 2017, quando a pochi mesi dal lancio di Kena Mobile, si è scoperto della società che Vodafone aveva costituito per lanciare ho. (ovvero la VEI Srl) e dei test in corso nella successiva estate.

A giugno 2017, grazie all’aggiornamento del database del Ministero dello Sviluppo Economico, scopriamo anche uno dei prefissi assegnati al nuovo “virtuale” di Vodafone, il 379.1 e il numero dedicato all’assistenza clienti, il 192121.

Si è dovuto attendere il 22 giugno del 2018 per il debutto vero e proprio, con una offerta lancio indubbiamente interessante: 6,99 euro al mese per minuti e SMS illimitati e 30 Giga di traffico internet su rete 4G (inizialmente limitata a 60 Mbps in download e 52 Mbps in upload).

Ma non mancano anche le sorprese: dalla vendita delle prime SIM si scopre che ho. non opera come Full MVNO (con un proprio prefisso e Mobile Network Code dedicato, come assegnato dal MISE), ma come semplice ESP MVNO su rete Vodafone (qui il nostro articolo dedicato).

Non solo, il grande successo ha portato anche a qualche “intoppo”, come la sospensione dell’acquisto online delle SIM pochi giorni dopo il debutto e decisioni poco felici, come imporre un limite giornaliero (sempre online).

E proprio tra le decisioni poco felici, va segnalata sicuramente quella di imporre una limitazione sulla velocità in download e upload: con la chiusura dell’offerta lancio, dal 1° agosto 2018 in poi abbiamo assistito ad una serie di nuove proposte a prezzi variabili e con un fattore comune, il “4G Basic“, ovvero velocità in download e upload che non superano i 30 Mbps.

Il resto è storia attuale, con tutte le offerte e promozioni che si sono susseguite mese dopo mese (qui la nostra sezione con tutte le notizie riguardanti ho.).

Successo o flop? Indubbiamente, numeri alla mano, non si può che parlare di un successo. Raggiungere la soglia del milione di clienti in circa sei mesi è un risultato che nessun MVNO è mai riuscito ad ottenere nel nostro paese, nemmeno con Kena Mobile, che in un anno aveva conquistato 300.000 linee (una esclusiva di cui abbiamo scritto su queste pagine).

Riuscirà il second brand di Vodafone a crescere ancora nei prossimi mesi e anni? Continuate a seguirci per scoprirlo, nel frattempo Buon Compleanno ho.!


Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti alle oltre 2.600 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche di nuove pubblicazioni in tempo reale con il nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook Twitter

11 Risposte

  1. Fra ha detto:

    Io ho l’offerta che fu disponibile per 2 settimane a Novembre, 50GB, minuti e sms illimitati a 4,99€/mese, troppo conveniente! Incrocio le dita sperando che venga rimodulata il più tardi possibile (o mai)….

    • Franco Bellorri ha detto:

      Effettivamente ho mobile si rivela conveniente corretto e trasparente.Io ero coopvoce e sono passato ad Ho: Nessun rimpianto .Con coopvoce spendevo molto di.piu per avere pochi giga.

  2. Luca ha detto:

    A me puzza il fatto che da Full MVNO abbiano lanciato come ESP MVNO. Chiaro segnale che così se vogliono possono staccare la spina a questo virtuale in qualsiasi momento e riassorbire i clienti in Vodafone senza cambi SIM o altri problemi.

    • MICHELE ha detto:

      infatti l’unica differenza con l’operatore di rete cui si appoggia e che è totalmente proprietario della società detentrice del brand (il cui scopo sociale è fare da abilitatore/aggregatore per conto e su rete OPI) è l’avvalersi di uno specifico e singolo Call Centre per la gestione attività di CustomerServiceCare presso la ABRAMO che lavora moltisiimo per TIM e dove avvengono eccessive fughe di dati per sporchi lavori loschi. usa rete sistemi e sim in comune, alla serà puoi andare a dormire con una tariffa HoMobile ESP via VEI FullMVNO MVNA/MVNE su OPI 2/3/4G in GSM-GPRS-UMTS-HSPA (HSDPA+/HSUPA-) da 893910 – 22210 – +393770 e risvegliarti con qualcosa di simile o diverso a loro discrezione con rischi annessi in VodafoneIT MNO su OPI 2/3/4/5G in GSM-GPRS-UMTS-HSPA-LTE a 893910 – 22210 – +393770, senza che l’utente debba cambiare nulla e in modo del tutto silente infatti non serve nemmeno fare una migrazione interna. del resto è un progetto non a lungo termine.

      • Franco Bellorri ha detto:

        Quindi secondo il tuo pensiero uno non dovrebbe scegliere ho mobile per via di Abramo,Isacco ed eventuali lavori sporchi e possibili rimodulazioni? Quindi uno non esce di casa per il rischio di prendere freddo?? Niente è per sempre..Finché dura tanto di guadagnato….se chiude o cambia le tariffe cambierei gestore…..

  3. Adam ha detto:

    Dovrebbero migliorarsi un po’ e soprattutto pensare a quelli che come me vivono tra Italia e Svizzera e proporre roaming agevolato, come fa Fastweb Mobile, che include se non sbaglio almeno 1 GB in Svizzera senza costi aggiuntivi.

  4. Michele ha detto:

    Peccato che dietro c’è Vodafone, con tutti i rischi del caso (rimodulazioni e altre sorprese), altrimenti avrei attivato subito la primissima offerta, l’unica che aveva senso, visto che almeno la velocità in download era limitata a 60 Mbps e non 30 come nelle offerte successive :(

    • Patrick ha detto:

      Da allora non hanno mai rimodulato io ho ancora la prima offerta stessa velocità a 60…
      Certo per il futuro non si sa è ancora incerto!

      • MICHELE ha detto:

        degli aumenti li hanno fatti, nei costi di attivazione e limitazioni adesionali e condizioni di utilizzo rete. le rimodulazioni non sono solo amministrative ma anche commerciali e tecniche. va osservato tutto e con molta attenzione partendo dai costi di interconnessioni altrimenti non puoi comprendere quando e quanto il gestore lucra/ladra.

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: