Tiscali Mobile modifica le condizioni generali di contratto: stretta sulle app ad alto consumo di banda


Mentre proseguono i disservizi sulla rete dati, Tiscali Mobile, l’operatore mobile virtuale del gruppo Tiscali, ha comunicato oggi ai propri clienti l’entrata in vigore delle nuove condizioni generali di contratto. Si tratta di una modifica in vigore da questo lunedi 5 agosto per tutti i nuovi clienti e dal 10 settembre 2019 per chi lo è già.

La comunicazione sta avvenendo in queste ore via SMS sulle utenze dei già clienti, oltre che su una pagina dedicata del sito tiscali.it, mentre il 130 è a disposizione per eventuali chiarimenti o dubbi.

Tiscali Mobile notifica SMS modifica CCGdC

Uno degli SMS Tiscali Mobile inviati ai clienti

Va precisato subito che non si tratta di rimodulazioni, le offerte attivate dai singoli clienti rimarranno invariate, ma semplicemente di un aggiornamento delle condizioni generali di contratto, che vanno a modificare gli articoli 2-3-6-7-8-11.

Tiscali giustifica queste modifiche con la possibilità di “continuare a garantire un servizio di qualità”, specificando che “anticipano alcuni sviluppi futuri (es. la semplificazione dell’identificazione del cliente per l’attivazione del servizio) e altre finalizzate a tutelare il corretto utilizzo del servizio, prevenendo utilizzi impropri o fraudolenti e garantendo di conseguenza a tutti un servizio migliore (qui il file con le nuove CGdC Tiscali Mobile).

Per chi non vuole accettare le modifiche potrà esercitare il Diritto di Recesso (ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche), con conseguente perdita della numerazione, o passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro il 9 settembre (incluso).

Per l’esercizio del diritto di recesso il cliente Tiscali Mobile potrà utilizzare la modulistica precompilata disponibile nell’area personale MyTiscali e nel sito Tiscali Assitenza, ed inviarlo a Tiscali, unitamente alla copia di un valido documento di identità, nelle seguenti modalità:

  • Con comunicazione, email o PEC, inviata a: cessazionecontratti@legalmail.it.
  • A mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno a: Tiscali Italia S.p.A., Ufficio Gestione Contratti, Località Sa Illetta, Strada Statale 195 km 2.300 – 09123 Cagliari.
  • Contattando il servizio telefonico di assistenza clienti.
  • Consegnando apposita documentazione cartacea presso i punti vendita Tiscali.

Cosa cambia realmente?

Abbiamo messo a confronto gli articoli oggetto della modifica rispetto all’ultimo aggiornamento delle CGdC del 2017, per mostrare cosa è realmente cambiato (evidenziate in giallo le parti aggiunte o modificate rispetto al passato).

Articolo 2.2 (precedente versione). Ai sensi di legge ed ai fini dell’attivazione della Carta SIM, il Cliente dovrà far pervenire a Tiscali la copia di un suo valido documento di identità e del suo codice fiscale. Il Cliente è unico responsabile della veridicità delle informazioni fornite e dei documenti prodotti, tuttavia Tiscali si riserva il diritto di assumere eventuali ulteriori informazioni ai fini della conclusione del Contratto.

Articolo 2.2 (nuova versione). Ai sensi di legge ed ai fini dell’attivazione della Carta SIM, il Cliente dovrà far pervenire a Tiscali la copia di un suo valido documento di identità e del suo codice fiscale o si renderà disponibile alla sua identificazione effettuata in modalità digitale (es. SPID o con codice OTP) o tramite soggetto delegato da Tiscali e comunque nelle ulteriori forme descritte nella Carta dei Servizi. Il Cliente è unico responsabile della veridicità delle informazioni fornite e dei documenti prodotti, tuttavia Tiscali si riserva il diritto di assumere eventuali ulteriori informazioni ai fini della conclusione del Contratto. Il Cliente riconosce il diritto di Tiscali ad assumere le referenze sul Suo conto necessarie per l’attivazione del Servizio, osservando le norme previste dal Regolamento 2016/679/EU (Regolamento generale sulla protezione dei dati) e dell’ulteriore normativa sulla protezione dei dati personali.

Articolo 3.1 (precedente versione). Il presente Contratto ha durata di 24 (ventiquattro) mesi dalla data di attivazione del Servizio, se non diversamente previsto nelle specifiche condizioni dell’offerta, decorsi i quali si rinnoverà tacitamente a tempo indeterminato. Resta salva la facoltà di inviare disdetta almeno 30 (trenta) giorni prima della scadenza del Contratto, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento allegando una copia del documento di identità.

Articolo 3.1 (nuova versione). Salvo quanto diversamente indicato nelle specifiche offerte, il Contratto ha durata indeterminata.

Articolo 3.2 (precedente versione). Il Cliente può recedere dal Contratto in qualsiasi momento dandone comunicazione con almeno 30 (trenta) giorni di anticipo mediante lettera raccomandata A.R. ai recapiti indicati al successivo articolo 10 ed allegando una copia del documento di identità o secondo le ulteriori modalità indicate nella Carta dei Servizi. In caso di recesso il Cliente dovrà rimborsare a Tiscali i costi previsti nell’apposita sezione del sito www.tiscali.it o nell’offerta commerciale.

Articolo 3.2 (nuova versione). Il recesso dal Contratto potrà essere esercitato in qualsiasi momento dandone comunicazione con almeno 30 (trenta) giorni di anticipo all’altra Parte nelle forme indicate nella Carta dei Servizi; inoltre, il Cliente potrà chiedere in ogni tempo la migrazione verso altro operatore. Il Cliente dovrà rimborsare a Tiscali gli eventuali costi previsti nell’apposita sezione del sito www.tiscali.it o nell’offerta commerciale per il trasferimento del credito.

Articolo 6.1 (precedente versione). Il Cliente è responsabile dell’uso del Servizio e si obbliga ad utilizzarlo nel rispetto delle leggi, regolamenti e del Contratto. Il Cliente ha l’obbligo di non utilizzare il Servizio in modi o per scopi illeciti o per fini di lucro e terrà indenne Tiscali da ogni conseguenza derivante da illecita fruizione propria o di altri. Il Cliente deve attenersi ai criteri di buona fede e correttezza nell’uso e nella fruizione del Servizio, astenendosi dal conseguire vantaggi diversi da quelli connessi all’uso personale e dal cagionare danni o turbative al funzionamento di sistemi informatici o telematici, ad operatori di telecomunicazioni e ad altri utenti e/o, in generale, in modo lesivo di diritti altrui, norme di legge, diritti di proprietà intellettuale di terzi, diritti alla riservatezza (es. compiendo attività di c.d spamming, phishing o simili). Resta inteso che è comunque vietato effettuare una distribuzione del traffico telefonico tra le eventuali diverse Carte SIM di titolarità del Cliente finalizzata a conseguire o far conseguire a terzi ricariche o accrediti di traffico.

Articolo 6.1 (nuova versione). Il Cliente è responsabile dell’uso del Servizio e si obbliga ad utilizzarlo nel rispetto delle leggi, regolamenti e del Contratto. Il Cliente ha l’obbligo di non utilizzare il Servizio in modi o per scopi illeciti o per fini di lucro e terrà indenne Tiscali da ogni conseguenza derivante da illecita fruizione propria o di altri. Il Cliente deve utilizzare il Servizio e la Carta SIM per le proprie esigenze di comunicazione personale e non potrà, pertanto, in aleun modo e sotto qualsiasi forma, effettuare la rivendita del Servizio a terzi. Il Cliente deve attenersi ai criteri di buona fede e correttezza nell’uso e nella fruizione del Servizio, astenendosi dal conseguire vantaggi diversi da quelli connessi all’uso personale e dal cagionare danni o turbative al funzionamento di sistemi informatici o telematici, ad operatori di telecomunicazioni e ad altri utenti e/o, in generale, in modo lesivo di diritti altrui, norme di legge, diritti di proprietà intellettuale di terzi, diritti alla riservatezza (es. compiendo attività di c.d spamming, phishing o simili). Resta inteso che è comunque vietato effettuare una distribuzione del traffico telefonico tra le eventuali diverse Carte SIM di titolarità del Cliente finalizzata a conseguire o far conseguire a terzi ricariche o accrediti di traffico.

Articolo 6.2 (precedente versione). Tiscali potrà sospendere il Servizio, anche senza preavviso, fermo restando il diritto di invocare la risoluzione del Contratto ai sensi degli artt. 6.1 e 6.3 e l’esperimento di ogni ulteriore rimedio, qualora venga riscontrato un uso del Servizio contrario alla legge o al Contratto o un utilizzo anomalo (di seguito “Utilizzo Anomalo”), intendendosi come tale:
– l’utilizzo del Servizio che ne alteri le caratteristiche e/o il relativo profilo tariffario tramite qualsivoglia apparecchiatura/software (quali ad esempio apparati/software in grado di effettuare la rioriginazione della chiamata/SMS e/o atti a sviluppare un’ingente mole di traffico voce/SMS in maniera automatica);
– l’effettuazione di chiamate contemporanee o consecutive o ad intervalli regolari o verso numerazioni con risponditori automatici, generazione di un numero anomalo di SMS/MMS o chiamate brevi in arco di tempo limitato e in generale, laddove si rilevino chiamate/sms non aventi caratteristiche di normali conversazioni/messaggi tra persone (p2p, SMS gateway, etc…);
– l’utilizzo del servizio tramite apparati diversi dai telefoni mobili abilitati (quali ad esempio apparati GSM-box) o per scopi di rivendita del traffico;
– il mancato rispetto di uno o più dei seguenti parametri: (a) traffico giornaliero uscente per Carta SIM Tiscali non superiore a 160 minuti e/o 200 SMS; (b) traffico mensile uscente per Carta SIM Tiscali non superiore a 1250 minuti e/o 2000 SMS; (c) traffico giornaliero in uscita verso altri operatori mobili non superiore all’80% del traffico giornaliero uscente complessivo; (d) rapporto tra traffico voce e SMS giornaliero in uscita e traffico voce e SMS giornaliero in entrata non superiore a 4.

Articolo 6.2 (nuova versione). AI fine di assicurare i requisiti di qualità indicati nella Carta dei Servizi nonché la fruibilità del Servizio da parte di tutti i Clienti nel rispetto dei limiti della capacità della rete mobile, Tiscali potrà sospendere il Servizio, anche senza preavviso, fermo restando il diritto di invocare la risoluzione del Contratto ai sensi degli artt. 6.1 e 6.3 e l’esperimento di ogni ulteriore rimedio, qualora venga riscontrato un uso del Servizio contrario alla legge o al Contratto o un utilizzo anomalo (di seguito “Utilizzo Anomalo”). Per Utilizzo Anomalo si intende:

  1. l’utilizzo del Servizio che ne alteri le caratteristiche e/o il relativo profilo tariffario tramite qualsivoglia apparecchiatura/software (quali ad esempio apparati/software in grado di effettuare la rioriginazione della chiamata/SMS/traffico dati e/o atti a sviluppare un’ingente mole di traffico voce/SMS/traffico dati in maniera automatica, ivi inclusa messaggistica massiva inviata tramite smartphone e, in generale, un utilizzo difforme dalle normali conversazioni/messaggi/scambio dati tra persone);
  2. un utilizzo sistematico del Servizio di connettività dati tale da determinare la congestione della rete o pregiudicare il corretto utilizzo da parte degli altri Clienti Tiscali;
  3. l’effettuazione di chiamate contemporanee o consecutive o ad intervalli regolari o verso numerazioni con risponditori automatici, generazione di un numero anomalo di SMS/MMS o chiamate brevi in arco di tempo limitato e in generale, laddove si rilevino chiamate/sms/traffico dati non aventi caratteristiche di normali conversazioni/messaggi/scambio di dati tra persone (p2p, SMS gateway, etc…);
  4. l’utilizzo del servizio tramite apparati diversi dai telefoni mobili (quali ad esempio apparati GSM- box) o per scopi di rivendita del traffico,
  5. il mancato rispetto di uno o più dei seguenti parametri: (i) traffico giornaliero uscente per Carta SIM Tiscali non superiore a 500 minuti e/o 200 SMS; (ii) traffico mensile uscente per Carta SIM Tiscali non superiore a 10000 minuti e/o 2000 SMS; (iii) traffico giornaliero in uscita verso altri operatori mobili non superiore all’80% del traffico giornaliero uscente complessivo; (iv) rapporto tra traffico voce e SMS giornaliero in uscita e traffico voce e SMS giornaliero in entrata non superiore a 4.
  6. Per i piani, opzioni e/o promozioni che prevedono traffico dati incluso, in via meramente presuntiva ma non esaustiva e senza che ciò comporti alcun automatismo nell’applicazione delle misure previste per il loro superamento, si configura Utilizzo Anomalo del Servizio in presenza di uno dei seguenti parametri:
    • il consumo giornaliero di traffico dati è superiore al doppio della media di consumo dei clienti con offerte omogenee o analoghe;
    • per le offerte con pacchetti dati superiori a 10 giga/mese il consumo giornaliero di traffico dati è superiore al 5% del totale dei Giga inclusi nell’offerta;
    • il consumo giornaliero di traffico dati supera per tre giorni consecutivi il 80% del traffico dati complessivo effettuato in ciascuna giornata per visualizzare contenuti audiovisivi o utilizzare applicazioni peer-to-peer e ciò anche ove l’offerta includa traffico che sulla base delle condizioni dell’offerta non concorrono al consumo dei Giga;
    • il consumo mensile di traffico dati sviluppato in modalità hot spot o utilizzando terminali diversi da smartphone (e.g. tablet, chiavette, pc, ecc.) risulta superiore al 50% del traffico dati totale;
    • il consumo giornaliero di traffico dati effettuato in modalità hotspot o utilizzando terminali diversi da smartphone (e.g. tablet, chiavette, pc, ecc.) supera per tre giorni consecutivi il 50% del traffico dati complessivo effettuato in ciascuna giornata;
    • il consumo giornaliero di traffico dati in upload supera per tre giorni consecutivi il 50% traffico dati complessivo effettuato in ciascuna giornata.

Resta inteso che i clienti che svolgono attività basate essenzialmente sull’utilizzo di servizi di comunicazione (quali, a titolo meramente esemplificativo, servizio di Call Center, Telemarketing, Trasmissione dati/faxing, Attività di sondaggi, Pubblicità, Public Relation, Comunicazioni massive come voce, dati e sms, anche pre-registrate a liste di Utenti/Gruppi/Associati/Clienti/ ecc.,) non possono usufruire di piani tariffari “flat” ma solo offerte dedicate a tale tipologia di utilizzo. Il superamento di almeno uno dei parametri sopra indicati, e/o l’utilizzo di piani tariffari “flat” per svolgere attività della tipologia sopra indicata, costituisce presunzione di un utilizzo non conforme del Servizio. In tale ipotesi Tiscali si riserva la facoltà di sospendere il Servizio, totalmente o parzialmente. In tutti i casi di cui al presente articolo, Tiscali potrà, inoltre, comunicare la sostituzione del piano sottoscritto con altro di tipo diverso, in tal caso il Cliente avrà facoltà di recedere con effetto immediato senza applicazione di costi.

Articolo 6.4 (solo nella nuova versione). Ogni qualvolta vi sia fondato sospetto di una qualsiasi attività illecita o fraudolenta posta in essere ai danni di Tiscali o del Cliente, Tiscali si riserva il diritto, anche a tutela del Cliente, di sospendere il Servizio qualora si verifichino livelli anomali di traffico per quelle che sono le abitudini del Cliente o per la sua entità nel caso di nuovi Clienti.

Articolo 7.1 (precedente versione). Tiscali si impegna a fornire il Servizio nel rispetto di quanto stabilito nella Carta dei Servizi. Tiscali potrà sospendere l’erogazione del Servizio, anche senza preavviso e con esclusione di ogni responsabilità, in caso di guasti, modifiche e/o manutenzioni straordinarie alla rete di telecomunicazioni e agli apparati tecnici, propri o di altri operatori, ed in ogni caso di forza maggiore. Qualora il Cliente dovesse ravvisare il mancato rispetto da parte di Tiscali dei livelli di qualità del Servizio pubblicati, dovrà presentare, nelle modalità previste nella Carta dei Servizi, reclamo circostanziato specificando l’utenza interessata, i dati temporali in cui si sono verificati i fatti cui si riferisce il reclamo, nonché ogni altro elemento utile a identificare e descrivere l’oggetto del reclamo. Resta inteso che, a pena di decadenza, i reclami dovranno essere presentati entro 3 mesi dal verificarsi della circostanza da cui lo stesso scaturisce o, nel caso di reclami relativi ad una fattura, entro 60 giorni dalla scadenza della fattura stessa. Allo scopo esclusivo di garantire l’accesso di tutti i Clienti ai servizi di connettività e l’integrità e la qualità della rete anche nelle fasce orarie in cui il traffico dati è particolarmente elevato, Tiscali si riserva la facoltà di effettuare, per tutte le offerte e/o i profili commerciali che prevedono traffico dati, degli adattamenti temporanei della banda con controllo della sua congestione.

Articolo 7.1 (nuova versione). Tiscali si impegna a fornire il Servizio nel rispetto di quanto stabilito nella Carta dei Servizi. Il Servizio è fornito al Cliente e per uso personale nei limiti della capacità della rete e dei requisiti di qualità indicati nella Carta dei Servizi in vigore, che il Cliente dichiara di ben conoscere in tutti i suoi contenuti, avendone preso completa visione prima della stipula del Contratto. Tiscali potrà sospendere l’erogazione del Servizio, anche senza preavviso e con esclusione di ogni responsabilità, in caso di guasti, modifiche e/o manutenzioni straordinarie alla rete di telecomunicazioni e agli apparati tecnici, propri o di altri operatori, ed in ogni caso di forza maggiore. Qualora il Cliente dovesse ravvisare il mancato rispetto da parte di Tiscali dei livelli di qualità del Servizio pubblicati, dovrà presentare, nelle modalità previste nella Carta dei Servizi, reclamo circostanziato specificando l’utenza interessata, i dati temporali in cui si sono verificati i fatti cui si riferisce il reclamo, nonché ogni altro elemento utile a identificare e descrivere l’oggetto del reclamo. Resta inteso che, a pena di decadenza, i reclami dovranno essere presentati entro 3 mesi dal verificarsi della circostanza da cui lo stesso scaturisce o, nel caso di reclami relativi ad una fattura, entro 60 giorni dalla scadenza della fattura stessa.

Allo scopo esclusivo di garantire l’accesso di tutti i Clienti ai servizi di connettività e l’integrità e la qualità della rete anche nelle fasce orarie o nelle località in cui il traffico dati è particolarmente elevato, Tiscali, nel rispetto del principio di parità di trattamento, si riserva la facoltà di effettuare, per tutte le offerte e/o i profili commerciali che prevedono traffico dati, degli adattamenti temporanei della banda con controllo della sua congestione, intervenendo in via prioritaria sulle applicazioni mobili che determinano un maggior consumo di banda (es. peer-to-peer, file sharing, ecc.), e/o che superino una determinata quantità di dati (Mega Byte/ora) scambiati.

Articolo 7.4 (solo nella nuova versione). Nessuna responsabilità verso il Cliente è imputabile a Tiscali nei seguenti casi:

  • imperfetta ricetrasmissione provocata da fonti esterne, interferenze, particolari condizioni atmosferiche od ostacoli;
  • errata utilizzazione dei servizi da parte del Cliente, malfunzionamento del terminale e/o dei suoi accessori;
  • utilizzo della Carta SIM in apparato terminale non omologato e/o modificato irregolarmente;
  • forza maggiore;
  • utilizzo del Servizio in violazione del Contratto.

Tiscali può modificare le caratteristiche tecniche dei servizi per esigenze tecniche e/o organizzative e per guasti o manutenzione straordinaria, informandone il Cliente. In caso di guasto alla rete dipendente da caso fortuito o forza maggiore, o manutenzione straordinaria legata a fatti esterni eccezionali e non prevedibili, Tiscali potrà sospendere in ogni momento i servizi, in tutto o in parte, anche senza preavviso. In tali casi, non sono imputabili a Tiscali perdite, danni o pregiudizi sofferti dal Cliente.

Articolo 7.5 (solo nella nuova versione). La copertura territoriale del Servizio può subire variazioni anche importanti e di carattere sia temporaneo che permanente in dipendenza di fattori geografici, climatici e tecnici o di servizi erogati altri operatori. In particolare, Tiscali si impegna a garantire la disponibilità del Servizio entro i limiti di copertura, ma non può garantire che la copertura territoriale del Servizio comprenda ogni specifica località. Nello stesso modo, Tiscali si impegna a garantire la continuità del Servizio, ma non può garantire che il Servizio sia accessibile al Cliente in uno specifico luogo o momento.

Articolo 8.1 (precedente versione).  Tiscali potrà modificare in qualsiasi momento il Contratto dandone, con qualsiasi mezzo, comunicazione per iscritto al Cliente con 30 (trenta) giorni di preavviso. In caso di modifiche peggiorative, il Cliente potrà, entro 30 giorni dalla comunicazione di cui sopra, recedere dal Contratto mediante raccomandata con avviso di ricevimento inviata al recapito indicato nel successivo articolo 10; decorso tale termine senza che il Cliente abbia esercitato il diritto di recesso, le variazioni si intenderanno accettate dal Cliente. Il Cliente non può cedere a terzi il Contratto.

Articolo 8.1 (nuova versione). Tiscali potrà modificare in qualsiasi momento il Contratto per i seguenti giustificati motivi: i) sopravvenute esigenze tecniche e gestionali quali, a titolo esemplificativo, sopravvenuta evoluzione/inadeguatezza tecnica della rete, della Carta SIM o delle caratteristiche dei servizi; ii) intervenuti mutamenti del quadro normativo/regolamentare che determinino uno squilibrio economico, tecnico o gestionale nella fornitura del Servizio; iii) andamento e modifiche delle condizioni strutturali di mercato e/o di posizionamento dell’offerta quale, a titolo esemplificativo, strutturale variazione dei costi tecnici e commerciali sostenuti per l’erogazione del Servizio. Tiscali darà al Cliente, con qualsiasi mezzo, comunicazione scritta con 30 (trenta) giorni di preavviso. In caso di modifiche peggiorative, il Cliente potrà, entro 30 giorni dalla comunicazione di cui sopra, recedere dal Contratto con comunicazione da inviarsi nelle forme previste nella Carta dei Servizi inviata al recapito indicato nel successivo articolo 10; decorso tale termine senza che il Cliente abbia esercitato il diritto di recesso, le variazioni si intenderanno accettate dal Cliente. Il Cliente non può cedere a terzi il Contratto.

Articolo 11 (precedente versione). Per i servizi di roaming nei paesi dell’Unione Europea, si applicano le previsioni contenute nel Regolamento UE 531/2012 e successive integrazioni. In particolare, tutte le chiamate e gli SMS inclusi nell’offerta nazionale sono utilizzabili anche in Unione Europea, salvo la facoltà, al ricorrere delle relative condizioni, per Tiscali di applicare le politiche di utilizzo corretto disciplinate dall’articolo 4 del Regolamento di esecuzione (UE) 2016/2286 della Commissione del 15 dicembre 2016. In particolare, il Cliente dovrà: 1) dimostrare di avere legami stabili con l’Italia (c.d. “stable links”) qualora richiesto; 2) essere presente prevalentemente sul territorio nazionale anziché in altri Stati Membri dell’Unione; 3) effettuare traffico nazionale in misura prevalente rispetto al consumo in roaming. Al fine di verificare il rispetto di cui ai punti 2) e 3) i servizi verranno monitorati per un periodo di almeno 4 mesi. In difetto delle condizioni di cui al punto 1) oppure, unitamente, dei punti 2) e 3) il Cliente acconsente che vengano applicate, nei limiti del citato Regolamento, le tariffe nazionali con un sovrapprezzo. Nel caso di piani tariffari con incluso traffico dati, il Cliente potrà effettuare traffico dati negli altri Stati Membri dell’Unione Europea sino alla concorrenza della FUP (Fair Usage Policy) calcolata nel rispetto dell’art 4 comma 2 del Regolamento di esecuzione: al superamento della FUP si applicheranno al solo traffico dati le tariffe nazionali con un sovrapprezzo.

Sarà possibile consultare le tariffe ed i sovrapprezzi sul sito tiscali.it. Per i paesi Extra EU, saranno applicate le tariffe per i servizi di Roaming previste dal proprio piano tariffario, come indicato nei materiali informativi dedicati all’offerta e sul sito tiscali.it. Il Cliente può scegliere in qualsiasi momento un fornitore alternativo di Servizi di roaming diverso da Tiscali, che saranno forniti sotto forma di pacchetto da qualsiasi fornitore alternativo o di Servizi dati in roaming che saranno forniti direttamente sulla rete ospitante da un fornitore alternativo di roaming.

Articolo 11 (nuova versione). Per i servizi di roaming nei paesi dell’Unione Europea, si applicano le previsioni contenute nel Regolamento UE 531/2012 e successive integrazioni. In particolare, le chiamate e gli SMS inclusi nell’offerta nazionale sono utilizzabili anche in Unione Europea, salvo la facoltà, al ricorrere delle relative condizioni, per Tiscali di applicare le politiche di utilizzo corretto disciplinate dall’articolo 4 del Regolamento di esecuzione (UE) 2016/2286 della Commissione del 15 dicembre 2016. In particolare, il Cliente dovrà: 1) dimostrare di avere legami stabili con l’Italia (c.d. “stable links”) qualora richiesto; 2) essere presente prevalentemente sul territorio nazionale anziché in altri Stati Membri dell’Unione; 3) effettuare traffico nazionale in misura prevalente rispetto al consumo in roaming. AI fi ne di verifi care il rispetto di cui ai punti 2) e 3) i servizi verranno monitorati per un periodo di almeno 4 mesi. In difetto delle condizioni di cui al punto 1) oppure, unitamente, dei punti 2) e 3) il Cliente acconsente che vengano applicate, nei limiti del citato Regolamento, le tariffe nazionali con un sovrapprezzo. Nel caso di piani tariffari con incluso traffico dati, il Cliente potrà effettuare traffico dati negli altri Stati Membri dell’Unione Europea sino alla concorrenza della FUP (Fair Usage Policy) calcolata nel rispetto dell’art 4 comma 2 del Regolamento di esecuzione: al superamento della FUP si applicheranno al solo traffico dati le tariffe nazionali con un sovrapprezzo.

Tiscali si riserva, previa comunicazione al Cliente, di applicare il sovrapprezzo di roaming secondo quanto disposto dalla Delibera n. 367/19/CONS. Sarà possibile consultare le tariffe ed i sovrapprezzi sul sito tiscali.it. Per i paesi Extra EU, saranno applicate le tariffe per i servizi di Roaming previste dal proprio piano tariffario, come indicato nei materiali informativi dedicati all’offerta e sul sito tiscali.it. Il Cliente può scegliere in qualsiasi momento un fornitore alternativo di Servizi di roaming diverso da Tiscali, che saranno forniti sotto forma di pacchetto da qualsiasi fornitore alternativo o di Servizi dati in roaming che saranno forniti direttamente sulla rete ospitante da un fornitore alternativo di roaming.

Cosa cambia in sintesi

Queste le principali novità in vigore da oggi per chiunque sottoscriverà una offerta Tiscali Mobile, mentre per i già clienti entreranno in vigore il 10 settembre 2019 (con possibilità di recedere facendone richiesta entro il 9 settembre).

Si tratta principalmente di modifiche volte a tutelare Tiscali da eventuali abusi, ma anche alcune implementazioni relative all’identificazione del cliente, che potrà avvenire d’ora in poi anche tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), semplificando il processo e abbreviando i tempi.

Inoltre, le SIM non avranno più durata di 24 mesi, ma rimarranno sostanzialmente attive fino a quando non ne verrà richiesta la cessazione o effettuata una portabilità verso altro gestore. Tra le buone notizie, c’è sicuramente l’aumento delle soglie limite di traffico uscente prima che venga considerato “utilizzo anomalo” del servizio.

Viene data una ulteriore stretta sul traffico dati: ora Tiscali Mobile potrà limitare la banda per quanto riguarda applicazioni mobili che determinano un maggior consumo di banda, come ad esempio quelle per il P2P (peer-to-peer), file sharing etc.

Ora starà ai clienti decidere se accettare queste modifiche alle condizioni generali di contratto o valutare un recesso o una portabilità verso altri gestori.


Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti alle oltre 2.650 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche di nuove pubblicazioni in tempo reale con il nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook Twitter

13 Risposte

  1. Anna ha detto:

    anch’io sono cliente Tiscali da più di 12 anni per il fisso di casa e ho due SIM mobile, di cui una utilizzata per l’impianto d’allarme..
    L’assistenza al 130 è l’unico call center che fa la funzione di assistenza a tutti gli effetti. Diverse volte ho fatto loro i miei complimenti per la professionalità, gentilezza, precisione e puntualità del servizio…

    Gli altri operatori, per gli altri servizi,, quando ti servono, non ci sono mai, in compenso si è oberati di telefonate da call center stressanti, soffocanti, fastidiosi, squali, prepotenti ed inopportuni,
    Pensano solo a venderti qualcosa o a truffarti…
    Per me tutti questi li potrebbero anche licenziare in tronco.

    Qualche anno fa ci voleva più tempo d’attesa, ma ora rispondono in fretta, e come detto sopra, sempre puntuali, gentilissimi ed esaustivi negli interventi.
    Rimborsi assicurati se rimani senza linea o internet per qualche giorno,
    Mai avuto problemi di linea, prendi in ogni luogo, perchè utilizza reti TIM,

    Non avendo avuto disservizi negli ultimi tempi, non conosco le problematiche riscontrate da altri….

    Ritengo la telefonia mobile, la giungla del nostro sistema..

    SPERO SOLO CHE RESISTANO, RESISTANO E RESISTANO.

  2. Giody ha detto:

    Non so se avete notato ma sono state introdotte condizioni di utilizzo dei dati a dir poco assurde e molto probabilmente non propriamente lecite. Se compro ad esempio un pacchetto da 15 GB, vorrei utilizzarlo come desidero, anche 14 GB in un giorno e il rimanente GB nel resto del mese.

    Ad esempio il nuovo articolo 6.2 riporta:

    Si configura UTILIZZO ANOMALO del Servizio in presenza di uno dei seguenti parametri:

    – per le offerte con pacchetti dati superiori a 10 giga/mese il consumo giornaliero di traffico dati è superiore al 5% del totale dei Giga inclusi nell’offerta;
    –> IN PRATICA SE HO UN PACCHETTO DA 15 GB/MESE, IN UN GIORNO NON POTREI UTILIZZARE PIU’ DI 750 MB !

    – il consumo giornaliero di traffico dati supera per tre giorni consecutivi il 80% del traffico dati complessivo effettuato in ciascuna giornata per visualizzare contenuti audiovisivi o utilizzare applicazioni peer-to-peer e ciò anche ove l’offerta includa traffico che sulla base delle condizioni dell’offerta non concorrono al consumo dei Giga;
    –> CHI HA SCRITTO QUESTA CONDIZIONE AVEVA IL MAL DI TESTA …

    – il consumo mensile di traffico dati sviluppato in modalità HOT SPOT o utilizzando terminali diversi da smartphone (e.g. tablet, chiavette, pc, ecc.) risulta superiore al 50% del traffico dati totale;
    –> IN PRATICA SE HO UN PACCHETTO DA 15 GB/MESE, CON L’HOT SPOT POSSO UTILIZZARNE SOLO 7,5 ! ALLA FACCIA DELLE RECENTI NORME CHE AVEVANO ELIMINATO LA DIFFERENZIAZIONE TRA HOT SPOT, SMARTPHONE, CHIAVETTA E TABLET E ALLA FACCIA DI TUTTI COLORO CHE PREFERISCONO USARE I DATI CON L’ HOT SPOT PER CONNETTERE IL PC PERCHE’ SULLO SMARTPHONE PROPRIO NON RIESCONO A NAVIGARE (MAGARI ANCHE PER PROBLEMI DI VISTA O DI COMODITA’)

    – il consumo giornaliero di traffico dati effettuato in modalità HOT SPOT o utilizzando terminali diversi da smartphone (e.g. tablet, chiavette, pc, ecc.) supera per tre giorni consecutivi il 50% del traffico dati complessivo effettuato in ciascuna giornata;
    –> IN PRATICA SE PER TRE GIORNI CONSECUTIVI UTILIZZASSI SOLO LA MODALITA’ HOT SPOT ANCHE PER SOLI 10 MB AL GIORNO, RISULTEREBBE CHE STO EFFETTUANDO UN UTILIZZO ANOMALO !!!

    – il consumo giornaliero di traffico dati in upload supera per tre giorni consecutivi il 50% traffico dati complessivo effettuato in ciascuna giornata.
    –> MA SARO’ LIBERO DI DECIDERE SE FARE UPLOAD O DOWNLOAD CON IL PACCHETTO DATI CHE HO ACQUISTATO?

    Inoltre nel nuovo articolo 7.1 è riportato “Tiscali potrà sospendere l’erogazione del Servizio, anche senza preavviso e con esclusione di ogni responsabilità, in caso di guasti, modifiche e/o manutenzioni straordinarie alla rete di telecomunicazioni e agli apparati tecnici, propri o di altri operatori, ed in ogni caso di forza maggiore”.
    –> IN PRATICA TISCALI PUO’ SOSPENDERE SENZA ALCUNA RESPONSABILITA’ IL SERVIZIO QUANDO E COME VUOLE, ANCHE SE I SUOI APPARATI SI GUASTASSERO MAGARI PER SCARSA MANUTENZIONE O PER ERRORI DI CONFIGURAZIONE

    Mah …

    • Titano ha detto:

      Quando ho letto le nuove regole ho pensato la stessa cosa.
      Se avranno una emorragia di clienti sapranno il perché (oltre alle mancanza del 4G).

  3. Alessandro ha detto:

    Ma perché, finora le SIM Tiscali avevano una scadenza?

    • Redazione ha detto:

      Sì. In passato erano state anche fatte operazioni di cessazioni massive di clienti silenti o morosi, così come erano diversi i clienti che si sono ritrovati la SIM attiva anche dopo i 24 mesi (come accade anche con altri MVNO). Ora sarà praticamente la norma, SIM senza scadenza.

  4. Lino ha detto:

    Sono cliente Tiscali da più di 10 anni, casa e Cell. Abbiamo tre abbonamenti TISCALI mobile e, a meno che non si vogliano mandare missili sulla luna, il rapporo qualità prezzo non ha confronti. Con meno di 10 euro al mese fai quello che vuoi, meno performante, ma arrivi lo stesso.
    Mai, dico mai, una truffa, un trabocchetto, un contratto ingannevole una sorpresa sgradita.
    Sulla Onestà di Tiscali, nulla da eccepire, e scusate se è poco.

    • Fastweb ha detto:

      Oggi da farsi solo fastweb e basta. Non ci sono altri.

    • Stefano Panzeri ha detto:

      Non posso che concordare con Lino, sono cliente di Tiscali da 4 anni e l’offerta che avevo attivato è rimasta sempre quella; il roaming, anche se hanno la deroga da tre anni, non me lo hanno mai applicato; per i rari addebiti errati mi hanno sempre rimborsato.
      Poi è vero che le nuove regole sono più stringenti sul traffico dati, ma come è chiaramente indicato, si tratta di norme che non vengono applicate in automatico, ma si tratta di condizioni per le quali Tiscali “presume” un uso anomalo, e per le quali il cliente dovrà spiegare le circostanze per le quali si è trovato in quelle condizioni. Ad esempio io personalmente non chiamo mai altri clienti Tiscali (non ne conosco), quindi sarei in violazione del punto 6.2.5 (traffico verso altri operatori mobili >80% del totale), tuttavia non trattandosi di volumi di traffico anomali, ma di 2/3 chiamate alla settimana, non scattano le misure contro l’abuso del servizio.

      • Titano ha detto:

        Ognuno la pensa come vuole; personalmente preferisco CoopVoce che mi dice usami come vuoi, se li finisci prima basta che paghi e hai un nuovo mese (oserei dire che nessun altro fa lo stesso). In UE è come in Italia.
        Anche loro non hanno MAI modificato una tariffa.
        Sanza ma, potrebbero e cose simili.
        Anzi con i punti spesa hai ricariche gratis.

  5. Valerio ha detto:

    Quella dello Spid è una gran comodità (per chi utilizza il servizio), senza dover fare girare propri documenti via mail, corriere o quant’altro. Dovrebbero implementarlo tutti gli operatori.

  6. Simone ha detto:

    Quanto ci metteranno invece ad aprire a questo cavolo di 4G? Ora i debiti con Telecom son stati ripianati, si muovano o finiranno per perdere altri clienti.

  7. Sandro ha detto:

    Per me sono alla canna del gas dato che sono ancora ancorati al 3G, quando tutti e dico tutti sono al 4G.
    Peccato, Tiscali poteva essere una bella realtà Italiana con un pizzico in più d’impegno!

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: