Crollo di Tiscali nel primo semestre 2019: ricavi e clienti in calo


Pessimi risultati quelli annunciati da Tiscali relativi al primo semestre 2019. L’operatore tornato in mani italiane vede ricavi in calo del 20% (a 70,2 milioni di euro), un EBITDA a 14,9 milioni di euro (+65,7% rispetto al 30 giugno 2018) e clienti in calo.

Tiscali

Tiscali ha perso in totale circa 43mila clienti, passando da 697.400 del 30 giugno 2018 a 654.400 del 30 giugno 2019. Registrata inoltre una perdita pari a 3,7 milioni di euro, contro un risultato positivo di 3,3 milioni di euro dello stesso periodo del 2018.

L’operatore segnala però un “significativo miglioramento della situazione patrimoniale e finanziaria” già nel mese di luglio, grazie “alla piena realizzazione degli effetti degli Accordi di Ristrutturazione del Senior Loan e del debito Sa Illetta e all’incasso del saldo dell’ Operazione Fastweb per 80 milioni di Euro”.

Il Gruppo Tiscali presenta una posizione finanziaria netta al 30 giugno 2019 negativa e pari a 143,4 milioni di euro di cui 58,8 milioni di euro corrente e 88,5 milioni di euro scadente oltre i 12 mesi.

Presenta inoltre passività correnti superiori alle attività correnti (non finanziarie) per 20 milioni di euro; debiti commerciali netti scaduti per 38,9 milioni di euro, oltre a debiti finanziari scaduti pari a circa 1,2 milioni di euro, più debiti tributari e di natura previdenziale scaduti pari a circa 25,8 milioni di Euro.

Bisognerà vedere che impatto hanno avuto i disservizi registrati nei mesi di luglio e agosto e le rimodulazioni attualmente in corso e effettive dal prossimo novembre (qui tutti i dettagli).

Per quanto riguarda il dettaglio sul numero di clienti fisso e mobile, questa la situazione al 30 giugno 2019:

  • Mobile: 220.300  (erano 198.500 a dicembre 2018);
  • Broadband fisso: 383.900
  • FWA (Fixed Wireless Access): 50.200

Nei prossimi mesi l’impegno del Gruppo sarà focalizzato alla piena realizzazione del piano 2018-2021, con particolare attenzione a:

  • la piena ripartenza e prosecuzione della spinta commerciale, con la ripresa avviata nel secondo trimestre dopo il rallentamento registrato nel 2018, con particolare focus sull’acquisizione di nuovi clienti in Fibra, LTE e Mobile.
  • Pieno sfruttamento degli accordi wholesale sottoscritti Open Fiber, con Fastweb e con Linkem.
  • Particolare attenzione verrà posta al miglioramento della marginalità.
  • Rilancio del marchio Tiscali a supporto del processo di acquisizione di nuovi clienti.
  • Percorso di trasformazione del modello operativo dell’azienda, in coerenza con il rinnovato focus su tutte le attività di sviluppo nuovi servizi, Marketing, Vendita e gestione del cliente.
  • La prosecuzione del piano di efficienza nei costi operativi.

Tra le novità, che abbiamo potuto annunciare in anteprima, l’apertura in questo autunno alla rete 4G per quanto riguarda Tiscali Mobile.

8 Risposte

  1. Giovanni ha detto:

    Sono undici mesi che aspetto un rimborso di 9 euro e rotti per avere lasciato Tiscali. Ho inviato un paio di email pii che chiare. O sono in bolletta o raschiano il fondo della botte. Sono da compatire. Il mio numero cliente 437969778

  2. Laziale ha detto:

    senza 4g dove vai?

  3. Gianni ha detto:

    A me e’ dispiaciuto molto lasciare Tiscali, alla fine sono i pochi italiani rimasti. Pero’ da quando la loro adsl e’ passata da TIM a Fastweb la qualita’ e’ peggiorata di tanto. Poi, una volta che la mia abitazione e’ stata raggiunta da Open Fiber, quindi FTTH, non era possibile rimanere con loro e migrare a fibra (nessuna offerta commerciale ad hoc).

  4. Sandro ha detto:

    Secondo me, si sono mossi male in passato e ora pagano le conseguenze. Ora rimettersi in riga sarà difficile, spero c’è la facciano altrimenti sarà un altra realtà assorbita da un soggetto più grande.

  5. davisi13 ha detto:

    continua così…

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: