Intervista a Valentina Razzano (spusu): tutto quello che avreste voluto chiederle è qui, dall’eSIM al VoLTE fino al 5G (Stand Alone)


Come promesso, eccoci nuovamente a parlare di spusu, il nuovo operatore mobile virtuale (Full MVNO) che ha debuttato nel nostro paese lo scorso 15 giugno e che opera su rete WINDTRE.

Dopo una visita negli uffici di Milano, in via Rizzoli 8, dove oltre alla direzione è presente anche il Contact Center a gestione diretta, abbiamo avuto il piacere di incontrare Karl Katzbauer (CEO insieme a Christian Anton di spusu Italia), che per un po’ sarà stabile in Italia per seguire queste prime fasi dal lancio e Valentina Razzano, Assistente di Direzione e punto di riferimento della filiale italiana.

Proprio a Valentina Razzano abbiamo rivolto diverse domande su spusu, alcune delle quali segnalate proprio dai lettori di MVNO News. Qui di seguito trovate l’intervista integrale e un paio di immagini dal Contact Center.

Valentina Razzano

Buongiorno Valentina, intanto grazie per la tua disponibilità e per il tempo che ci dedichi. Da poche settimane spusu ha fatto il suo debutto nel nostro paese, in un momento non propriamente facile. Come sappiamo, il lancio era previsto per marzo, ma slittato a giugno per la pandemia da Coronavirus.

Vuoi raccontarci qualche dettaglio in più? Avevate assunto tutto l’attuale personale già a marzo e avete dovuto mettere tutto e tutti in “standby” per diversi mesi? Come avete gestito questa prima difficoltà?

Grazie a voi per il vostro interesse nei nostri confronti.  Esatto, il lancio sul mercato di spusu Italia era inizialmente previsto per fine marzo, ma a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19, siamo stati costretti a posticipare i nostri piani di qualche mese.

A febbraio eravamo già attivi nel nostro ufficio a Milano ed il personale amministrativo ha continuato a lavorare da casa durante la fase di lockdown, interfacciandosi quotidianamente con i colleghi austriaci, mentre il personale del servizio clienti è stato assunto a fine maggio.

Operatrice Contact Center spusu Italia

Vissia, operatrice del Contact Center di spusu Italia (Milano)

Non è stato facile tenere in sospeso a data da destinarsi il nostro progetto al quale stavamo lavorando da più di un anno. L’inizio della nostra attività è improvvisamente dipeso dallo sviluppo del Coronavirus: siamo tornati in ufficio quando le condizioni di sicurezza lo hanno nuovamente permesso.

Tanti clienti ci stavano aspettando e chiedevano nostre notizie: sono stati mesi difficili, ma la sicurezza del nostro staff e delle persone con le quali siamo in contatto ogni giorno aveva e ha ancora la massima priorità.

spusu è un operatore mobile virtuale di proprietà dell’austriaca Mass Response, come è nato il progetto di espansione fuori dai confini austriaci e come è nata la decisione di fare dell’Italia il primo mercato in cui espandersi?

L’idea di offrire spusu anche in Italia è nata grazie alla fusione di Wind e Tre che ci ha permesso di entrare nel mercato italiano. Anche in Austria ci appoggiamo con soddisfazione alla rete della Drei, la Tre austriaca.

Il prossimo passo sarà la Germania, come da indiscrezioni di stampa, o avete altri obiettivi? 

Certo, ci piacerebbe molto portare spusu anche in Germania e in Svizzera, ma al momento vorremmo concentrarci sul mercato italiano.

Tornando in Italia, spusu opera come “FULL MVNO“, quindi avete il controllo totale di tutta la parte tecnica e gestionale con l’unica eccezione della rete, ovvero non avete impianti di proprietà ma vi appoggiate a quelli di WINDTRE. E qui vengono le prime domande più tecniche: pensate ci sia la possibilità di offrire il 5G ai vostri clienti e nel caso con che tempistiche?

Sì, noi usiamo la rete e gli impianti di WINDTRE. Siccome creiamo tutto da noi, abbiamo persino sviluppato internamente una nostra piattaforma di gestione, il cuore della telefonia mobile. Solo pochi operatori mobili virtuali al mondo ci sono riusciti, noi siamo tra quelli e ne siamo molto orgogliosi!

Il nostro prossimo obiettivo è lo sviluppo di una vera e propria tecnologia 5G Stand Alone. Saremo uno dei pochi operatori in Europa a farlo, dato che la maggior parte delle aziende utilizza la tecnologia 5G Non-standalone dipendente, di fatto, dal piano di controllo di una rete LTE 4G.

Per poter offrire la rete 5G ai nostri clienti, questa deve però necessariamente essere prima tecnicamente supportata da parte di WINDTRE.

Sempre in tema tecnologie, diversi lettori ci hanno chiesto (e noi riportiamo), se prevedete di mettere in distribuzione anche una vostra e-SIM (per i modelli di smartphone che già lo prevedono o lo prevederanno).

Pensate inoltre di aprire alle chiamate in VoLTE (Voice over LTE), per semplificare, alle chiamate che possiamo definire banalmente “in alta definizione” (e che permettono di poter telefonare e contemporaneamente utilizzare il traffico dati senza interruzioni), come alcuni vostri competitor?

Nel corso degli ultimi mesi abbiamo avuto la possibilità di introdurre e di testare la eSIM in Austria: il feedback da parte dei nostri clienti è stato molto positivo.

Sia il VoLTE che la eSIM costituiscono due tecnologie che vorremmo sicuramente proporre in Italia e ciò ci è possibile grazie al fatto che ci occupiamo direttamente dell’intero sviluppo della nostra piattaforma [ ricordiamo che spusu è un Full MVNO, quindi è dotato di un proprio MNC (Mobile Network Code) e gestisce in autonomia la rete di commutazione, emette e convalida le proprie SIM, gestisce in autonomia i servizi, stipula direttamente accordi di roaming internazionali, gestisce la fatturazione, il customer care, le attività di marketing e vendite. Qui maggiori dettagli ].

Da quanto sappiamo, sembrate intenzionati a puntare tutto sulla vendita delle vostre SIM online, senza cedere alla tentazione dei negozi in franchising, Tallone d’Achille di molti operatori, in cui spesso si pensa solo al profitto, senza la minima cura del cliente (con un pessimo ritorno di immagine). Scelta che condividiamo ma vogliamo ugualmente chiedervi, pensate di aprire almeno nelle principali città qualche vostro store a gestione diretta?

Spesso ci viene chiesto se abbiamo intenzione di vendere i nostri servizi nei negozi, di proprietà o anche tramite rivenditori. Per il lancio e per il periodo iniziale abbiamo deciso di implementare una strategia esclusivamente digitale per una serie di motivi, tra cui i seguenti:

  • È più semplice e più veloce ordinare una scheda SIM online.
  • È essenziale poter acquistare prodotti comodamente da casa soprattutto in seguito all’emergenza del Coronavirus.
  • Vogliamo garantire ai clienti un servizio soddisfacente al 100% che corrisponda ai nostri valori aziendali (semplice. umano. sincero.): la strategia digitale che abbiamo scelto ci assicura di poterlo fare sempre.

Il mercato italiano è saturo e con molta competizione. Cosa vi differenzia dagli altri e come volete comunicare i vostri punti di forza al target dei consumatori a cui volete puntare?

Sì, il mercato italiano è già saturo, ma non vogliamo diventare solo uno dei tanti operatori sulla piazza. Il nostro proposito è conquistare la fiducia dei clienti grazie alla nostra capacità di garantire un’offerta al contempo vantaggiosa e di qualità. Reputiamo molto importante avere un servizio clienti ai massimi livelli.

Vogliamo mantenere le promesse che facciamo ai nostri clienti: per esempio, calcoliamo lo scatto in modo esatto e non utilizziamo lo slogan di minuti e SMS illimitati.

Crediamo nel fatto che il cliente sia in grado di scegliere fra pacchetti che offrono già abbastanza dati da soddisfare i bisogni di una persona reale, tenendo anche in considerazione il fatto che c’è la possibilità per tutti di cambiare tariffa gratuitamente ogni mese. Chiaro e semplice, il cliente paga per ciò che sceglie senza brutte sorprese a fine mese.

Semplice. umano. sincero, il cliente ci può contattare per qualsiasi dubbio e noi saremo felici di risolverlo insieme.

Un altro vantaggio per i nostri clienti è quello di poter utilizzare tutti i minuti inclusi nell’offerta per chiamare numeri fissi e mobili nell’UE. Questo aspetto rappresenta sicuramente un punto interessante per familiari e amici di coloro che vivono o lavorano all’estero e per chi ha rapporti commerciali al di fuori dell’Italia.

I nostri prezzi riflettono tutto quanto c’è dietro spusu. Molti preferiscono pagare qualcosa in più per avere chiarezza, onestà e un servizio clienti competente e disponibile: se hanno bisogno di assistenza, sanno di poter rivolgersi a persone vere che lavorano con motivazione in un ufficio situato in Italia, a Milano, con un contratto di lavoro a norma di legge e un buono stipendio.

“Metteteci alla prova!” è il motto quotidiano del Servizio Clienti di spusu Italia. Ne approfitto per ricordare che il contact center spusu Italia (378 010 1000) è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 ed il sabato dalle 8 alle 18 e risponde tramite telefono, mail, WhatsApp (378 010 2000).

Operatore Contact Center spusu Italia

Daniele, operatore del Contact Center di spusu Italia (Milano)

Crediamo che molti abbiano già compreso quali siano i nostri reali punti di forza e troveremo il modo di essere sempre semplici e chiari sul nostro sito e sui social.

Non tutti hanno da subito capito il potenziale della vostra “riserva dati”, con cui è possibile accumulare tanti GB e, soprattutto, utilizzarli senza scadenza nei mesi a seguire. Vuoi spiegarlo meglio a tutti i nostri lettori, spiegandone il meccanismo?

Certo! In pratica, tutti i minuti, SMS e dati non consumati vengono trasformati in megabyte e il mese successivo saranno messi a disposizione nella riserva dati sotto forma di giga.

Questi giga aggiuntivi non hanno scadenza. Le unità non utilizzate vengono accumulate ogni mese e vengono conservate nella riserva dati fino al raggiungimento del tetto massimo previsto per ogni tariffa.

Ad esempio: Silvio ha la tariffa L-una con la quale ogni mese ha a disposizione 50 GB, 2.000 minuti e 500 SMS. Immaginiamo che Silvio a giugno consumi 30 GB, 200 minuti e 10 SMS. Alla fine del mese ha risparmiato 20 GB, 1.800 minuti e 490 SMS.

Queste unità vengono trasferite sotto forma di megabyte alla riserva dati: in questo caso 20.000 MB per i giga non consumati e 2.290 MB per i minuti e gli SMS non utilizzati. Quindi, Silvio a fine mese aggiunge un totale di 22.290 MB, ovvero 22,29 GB, alla sua riserva dati.

Avendo scelto la tariffa L-una, può risparmiare fino a 100 GB per utilizzarli quando servono.

Pensate di offrire ai consumatori vostri clienti un piano componibile a fasce di spesa così come fate in Austria o rimarrete su pochi pacchetti tariffari come i tre lanciati lo scorso 15 giugno?

Siamo partiti con le nostre tre offerte S-ole, M-are e L-una. Ovviamente non abbiamo intenzione di fermarci qui. Stiamo già pensando ad altre tariffe e promozioni che presto verranno comunicate (come quella lanciata giusto ieri).

Pensate di implementare qualche offerta con minuti e giga inclusi anche per il Roaming in paesi extra UE, come la vicina Svizzera, dove le tariffe sono decisamente alte rispetto agli standard italiani e europei e dove potreste diventare una alternativa interessante per i tanti frontalieri tra i due paesi (turisti compresi)?

Non vorremmo promettere cose che non possiamo offrire nel futuro. Ci piace restare flessibili per reagire ai bisogni dei consumatori e adattare le nostre offerte. Appena ci saranno condizioni nuove lo faremo sapere a voi e ai nostri follower.

Chiudiamo con un’altra delle domande che diversi utenti ci hanno rivolto e che vi inoltriamo direttamente: come in Austria, arriverà anche in Italia una offerta solo dati che possa permettere in alcuni casi di sostituire una connessione fissa, con un pacchetto di almeno 80/100 GB mensili?

Molti hanno manifestato interesse per la tariffa “Solo dati” che offriamo già in Austria: pensiamo che potrebbe essere interessante anche per il pubblico italiano.

Nel frattempo è disponibile la tariffa L-una, con la quale offriamo 50 Giga. Grazie alla nostra riserva dati di 100 GB e al nostro scatto calcolato in modo esatto, i clienti hanno una quantità di GB così consistente da non dover avere senz’altro bisogno di dati illimitati!


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

6 Risposte

  1. Carlo F ha detto:

    il customer care è fondamentale in un paese come l’italia e poi si vedrà anche l’evoluzione dei servizi come 5g e e-sim … e li la vera battaglia nella tecnologia… non nei giga e i minuti che si offorono

  2. Daniele ha detto:

    Preferisco pagare qualcosa in più e non essere trattato come un deficente come succede molto spesso dagli operatori delle maggiori compagnie telefoniche! Conosci la serietà degli austriaci e credo manterranno fede a quello che dicono. Diventerò presto cliente SPUSU!

  3. Andrea Di Benedetto ha detto:

    Belle idee, programmi e progetti. Ma le tariffe non sono molto appetibili. Pertanto resto con il mio attuale gestore. Tutto questo carico di fuoco che si aspettava, alla fine è stata paglia. Ciò non toglie che ognuno nel libero mercato può offrire ciò che vuole proponendolo secondo proprie scelte aziendali e commerciali.

    • Valerio ha detto:

      In realtà sono dell’idea che rimane l’operatore mobile più sottovalutato e con maggior potenziale. L’idea dei dati di riserva è geniale e unica perché tutto il traffico dati che accumuli rimane a vita e non scade il mese successivo come avviene ad esempio con Digi Mobil. Mentre con le offerte sottocosto che ti propongono altri gestori (e che prima o poi rimoduleranno), hai tanti Giga che non consumerai mai (il 90% e più dei clienti ne consumerà ogni mese una minima parte) e il restante va perduto. Qui se un mese non ti bastassero 50 GB (solo chi usa la SIM al posto di una connessione fissa può arrivare a certi quantitativi) ne hai 100 GB di scorta… se non consumi nemmeno un SMS ti diventano dati MB aggiuntivi il mese successivo. Nel momento in cui usciranno con una offerta con meno Giga e un prezzo intorno ai 3 euro al mese, potranno portarsi a casa tanti clienti a cui dei 50 70 GB al mese non importa nulla e accumulare GB mese dopo mese.

  4. Matteo ha detto:

    Bravissima lei, fantastici spusu. È sempre fantastico vedere interviste a personale spusu. :)

  5. Edoardo M. ha detto:

    Bellissima, la riserva dati! Credevo venisse azzerata il mese successivo… Il fatto che sia senza scadenza è super, dovrebbero copiarla anche gli altri.

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: