Ryan Reynolds e la (dura) battaglia per portare il suo MVNO Mint Mobile in Canada


Non è passato nemmeno un anno da quando l’attore canadese Ryan Reynolds, noto ai più per il ruolo di Deadpool (il supereroe Marvel dalla parlantina inarrestabile), è diventato il principale azionista di Mint Mobile, operatore mobile virtuale americano che opera sotto rete T-Mobile USA, che già pensa ad una espansione, nel vicino e “difficile” Canada.

Mint Mobile è un MVNO non convenzionale, che offre pacchetti prepagati (con canoni anticipati di 3, 6 o 12 mesi, in base all’offerta sottoscritta) tra i più economici d’America.

Ryan Reynolds Mint Mobile

Ryan Reynolds è da sempre un appassionato di telefonia e così, mentre altri attori e colleghi spesso investono in brand di fascia alta, lui ha deciso di investire in una realtà che permette a milioni di americani di risparmiare sulla bolletta telefonica, come ammesso da lui stesso in occasione dell’investimento (perché pagare 65 dollari al mese quando si possono avere le stesse cose a 15?).

Reynolds non si sta limitando a prestare il suo volto per le campagne di comunicazione e marketing di questo operatore mobile virtuale, ma ha preso e continuerà a prendere anche scelte strategiche e ultimamente non ha nascosto quello che sembra essere il suo prossimo obiettivo: sbarcare in Canada.

Come è noto, Reynolds è canadese, mentre Mint Mobile è un operatore mobile virtuale che al momento è presente solo negli Stati Uniti d’America ma vorrebbe portare un po’ di convenienza anche nel suo Canada.

In una risposta ad un tweet pubblicato diversi giorni fa, in occasione del lancio del nuovo pacchetto illimitato con accesso anche al 5G a 30 dollari al mese, Reynolds ha ammesso che sta lavorando per tentare di portare Mint Mobile nel suo paese natale.

Stando però a quanto riferiscono i media americani, l’impresa sarà veramente ardua. Mint Mobile ha motivo di esistere, come altri MVNO americani, solo perché in tempi non sospetti T-Mobile e Sprint (i due operatori di rete mobile “più piccoli”, ora fusi in un’unica realtà) per accrescere il numero di utenti sulla propria rete ha concesso a diversi brand di poter lanciare il proprio MVNO a costi più accessibili dei concorrenti AT&T e Verizon.

Ancora oggi, dopo la fusione, la situazione è rimasta invariata. Per quanto riguarda invece il Canada, i tre operatori di rete mobile nazionali (Rogers, Telus e Bell) detengono quote di mercato molto simili tra loro e, a differenza di quanto accaduto negli USA, non hanno bisogno di nuovi MVNO per accrescere il numero di clienti e non hanno nessuna convenienza e interesse a far entrare sul mercato un MVNO low cost come Mint Mobile.

Pacchetti tariffari Mint Mobile

Attuali pacchetti tariffari Mint Mobile

Solo con un ricorso all’Authority pubblica e indipendente responsabile della regolamentazione del settore delle comunicazioni (CRTC) potrebbe portare ad un obbligo di apertura a nuovi MVNO da parte dei tre gestori di rete mobile, ma il tutto richiederebbe tempi lunghissimi.

Chi avrà la meglio, l’operatore mobile virtuale low cost del “supereroe Marvel” o i tre gestori che non vogliono rischiare di veder diminuire ARPU e guadagni, a causa di un nuovo concorrente? Comunque vada, possiamo solo continuare a ritenerci molto più fortunati di americani e soprattutto canadesi sul fronte delle tariffe.


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

Commenta o Rispondi ad un commento..