Nuovi prefissi MVNO: arriva il 371.6 per PosteMobile e il 376.1 per Plintron


Come avviene periodicamente, il Ministero dello Sviluppo Economico ha aggiornato lo scorso sabato il database delle risorse di numerazione, dove è presente anche l’elenco dei prefissi assegnati ai vari operatori telefonici.

Tra le novità dell’ultimo aggiornamento, due nuovi prefissi assegnati rispettivamente a PosteMobile e a Plintron (la piattaforma a cui si appoggiano realtà come Noitel Mobile, NTmobile, Rabona/SìPronto?!?, Withu Mobile, Enegan Mobile…).

PosteMobile d’ora in poi potrà contare su 1 milione di nuove numerazioni con il prefisso 371.6, stessa quantità di numerazioni anche per Plintron con il nuovo prefisso 376.1.

Prefissi PosteMobile

PosteMobile può contare su 5 milioni di numerazioni con le cinque decadi del prefisso 371 attualmente in dote:

  • 371 1xxxxxx
  • 371 3xxxxxx
  • 371 4xxxxxx
  • 371 5xxxxxx
  • 371 6xxxxxx

L’ultimo aggiornamento era avvenuto nel marzo 2020, con l’assegnazione del prefisso 371.5.

Prefissi Plintron

Per Plintron per il momento si tratta della seconda decade assegnata al prefisso 376. Grazie a questa nuova aggiunta, ha in dote 2 milioni di numerazioni:

  • 376 0xxxxxx
  • 376 1xxxxxx

Novità arrivano anche sul fronte delle assegnazioni dei Mobile Network Code (MNC), i codici che identificano in maniera univoca i gestori infrastrutturati e i Full MVNO. Le “new entry” riguardano lo Stato Maggiore della Difesa, a cui è stato assegnato il codice 57, R&D Communication a cui è stato assegnato il codice 58 e Leonardo SpA a cui è stato assegnato il codice 59.

R&D Communication è nota per la fornitura di soluzioni complete di comunicazione e advertising per l’invio e la ricezione di SMS, mentre lo Stato Maggiore della Difesa non ha ovviamente bisogno di presentazioni.

Per quanto riguarda la società controllata dallo Stato – Leonardo SpA – vista la presenza in diversi business (difesa, aerospazio, elettronica e sicurezza), le aree di utilizzo di un potenziale Full MVNO sono davvero molte. Ipotizziamo come per ENEL, un qualche servizio IoT (Internet of Things) che permetta il controllo e la gestione degli impianti Oil & Gas, oppure la gestione delle flotte dei mezzi pubblici (controllo posizione e ritardi bus/tram di linea etc) o soluzioni LTE professionali (già in catalogo).

Tra gli altri aggiornamenti più interessanti, c’è Acotel Group (dal 1° gennaio ufficialmente Softlab) che non risulta più in possesso di licenza da Full MVNO (grazie alla quale forniva servizi IoT su proprie SIM con prefisso 321.6).

Inoltre, finalmente vengono aggiornate le informazioni legate ai prefissi Kena Mobile (ex Noverca), che adesso risultano assegnati a Telecom Italia Spa (la fusione per incorporazione di Noverca Srl in TIM Spa risale al 31 ottobre 2019).


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook TwitterMVNO News è inoltre una comoda Web App gratuitascaricala subito!Community PosteMobile

Commenta o Rispondi ad un commento..