Benedetto Levi (iliad) dice la sua sui second brand di TIM, Vodafone e WINDTRE


L’intervista è de Il Sole 24 Ore di oggi e l’intervistato è Benedetto Levi, AD di iliad Italia, il quarto operatore mobile del nostro paese, con oltre 8,5 milioni di utenti e pronto a lanciare (a giorni) la sua offerta in fibra ottica (inizialmente solo su rete Open Fiber).

Segnaliamo questa intervista perché Levi proprio in questa occasione oltre a parlare del fisso ha citato anche i second brand di TIM, Vodafone e WINDTRE (quindi Kena Mobile, ho. e Very Mobile), che come sappiamo, sono nati con lo scopo principale di contrastare l’offerta di iliad e cercare di trattenere o riconquistare i clienti persi dalle rispettive case madri.

Benedetto Levi

A specifica domanda, legata al fatto che per gli analisti iliad è la causa di una guerra dei prezzi che sta distruggendo valore, Levi risponde:

Sul mobile abbiamo fatto la guerra della trasparenza, altroché. E il mercato ci ha premiati. Tutto lì. Al contrario di quello che è stato fatto da altri, con i loro second brand (che hanno sia Tim, sia Vodafone, sia Wind Tre) creati – quelli sì – solo per fare competizione sui prezzi.

Le parole dell’Amministratore Delegato di iliad non stupiscono ovviamente, anche se in Italia sostanzialmente si è riprodotta la stessa situazione vista in Francia con Free Mobile dal 2012 in poi (è chiara l’ispirazione dei nostri operatori a quanto successo nel mercato francese), ovvero numeri dei second brand che non sono riusciti a compensare le perdite dei gestori che li controllano.

Va detto inoltre che le parole di Levi non sono propriamente sbagliate, pur se “di parte”, visto che le offerte di Kena Mobile, ho. e Very Mobile hanno causato problemi più agli altri operatori mobili virtuali (MVNO) che ad iliad, che in circa 3 anni e mezzo ha visto numeri sempre in crescita arrivando ad oltre 8,5 milioni di utenti.

Per i bassi margini di guadagno, con le offerte lanciate dai vari second brand, gli operatori mobili virtuali puri, non di proprietà di uno dei tre gestori di rete mobile, hanno fatto ancora più fatica a crescere, perché per rispondere a certe offerte low cost è sostanzialmente impossibile.

In primis perché le tariffe tra MVNO e gestori di rete vengono di volta in volta definite da accordi commerciali tra le parti e ci vogliono molti mesi di lavoro e trattative. Dunque, nel momento in cui diventano commercializzabili, ci sono second brand che hanno già lanciato qualcosa di ancora più conveniente o con un numero di Giga maggiore.

C’è poi, come già anticipato, la questione dei bassi margini sulle tariffe, che porta i MVNO ad avere poche risorse da investire, a meno che non ti chiami PosteMobile e hai alle spalle il Gruppo Poste Italiane (e allora puoi anche permetterti di accelerare i lavori su VoLTE e altri servizi), Fastweb (filiale italiana della Svizzera Swisscom) o CoopVoce e hai alle spalle Coop Italia, che vede il suo servizio di telefonia mobile come un valore aggiunto per tutti i suoi soci e poterli così fidelizzare ancora di più (senza particolare attenzione nel promuoversi all’infuori del mondo cooperativo).

Un problema perché in questo modo si rischia di perdere realtà spesso più piccole ma che offrono un servizio di qualità e buone offerte.

via universofree.com


Segui MVNO News anche su Google Newsclicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perdere nemmeno una notizia, i nostri approfondimenti e le anteprime esclusive, unisciti al nostro canale Telegram e alla community su Facebook Twitter. MVNO News è inoltre una comoda Web App gratuita, scaricala subito!

Community MVNOUnisciti alla Community sui MVNO, i nuovi gruppi di discussione dedicati ai principali operatori mobili virtuali.

5 Responses

  1. Alessandro ha detto:

    Nondimeno, ho abbandonato kena per passare a Rabona e mi trovo bene. Volte a parte ma non è un problema. Basta che mi chiamano su un fisso virtualizzato e…parlo e navigo senza volte.

  2. Valentina ha detto:

    Per fortuna è arrivato anche spusu! lo trovo un operatore serio e competitivo!

  3. Mario ha detto:

    Spusu tutta la vita, mai più i soliti operatori pronti a succhiare soldi

Commenta o Rispondi ad un commento..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: